IV Vertice Intergovernativo Italia-Algeria, gli Accordi e le Intese

18 Luglio 2022

Nel corso del Vertice Intergovernativo ad Algeri sono stati firmati: 2 Accordi, 10 Memorandum di Intese, 1 Protocollo di cooperazione e 2 Dichiarazioni di Intese.

1.  Protocollo di cooperazione tra Ministeri della Giustizia
Il Protocollo intende rafforzare la cooperazione tra i rispettivi Ministeri della Giustizia attraverso lo scambio di informazioni ed esperienze in materia giudiziaria (in particolare, nella formazione del personale giudiziario), carceraria (reinserimento sociale dei detenuti e prevenzione della radicalizzazione nelle strutture carcerarie) e di modernizzazione e digitalizzazione della giustizia.
Firma: per l'Italia la ministra della Giustizia Cartabia, per l'Algeria il ministro della Giustizia Tabi.

2. Memorandum d’intesa in materia di prevenzione e lotta alla corruzione
L'intesa mira a sviluppare la cooperazione bilaterale nell’ambito della trasparenza, della prevenzione e della lotta alla corruzione attraverso la condivisione di buone pratiche in materia di: elaborazione e attuazione di strategie nazionali per la prevenzione e la lotta alla corruzione; e in materia di sviluppo di programmi di formazione, sensibilizzazione, e di studi accademici.
Firma: per l'Italia il Presidente dell’ANAC Busia, per l'Algeria il presidente dell’Organe National de Prévention et de Lutte Contre la Corruption de la République Algérienne Démocratique et Populaire, Kour;

3. Memorandum d’intesa sulla cooperazione energetica e le energie rinnovabili
Il Memorandum intende istituire una cornice di cooperazione per lo sviluppo di programmi energetici nell'ambito dell'energia rinnovabile. Si prevedono iniziative di cooperazione e partnership economiche per promuovere lo scambio di informazioni, l'assistenza reciproca e la ricerca e sviluppo in materia di energie rinnovabili e di efficientamento energetico, tramite consultazioni, visite di studio e la promozione di investimenti in materia di rinnovabili.
Firma: per l'Italia il ministro della Transizione ecologica Cingolani; per l'Algeria il ministro della Transizione Energetica e delle Energie Rinnovabili Ziane;

4. Memorandum d'intesa per la cooperazione nel settore dei lavori pubblici e delle infrastrutture
Il Memorandum intende sviluppare e rafforzare la cooperazione nel settore dei lavori pubblici, e in particolare di strade, autostrade, ponti e altre grandi opere, comprese le infrastrutture portuali e marittime.
Firma: il ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, Giovannini, e il ministro dei lavori pubblici, Nasri;

5. Memorandum d'intesa nel campo dello sviluppo sociale, delle pari opportunità, della solidarietà e della famiglia
Il Memorandum mira a favorire scambi di politiche, strategie, buone prassi e esperienze in materia di sviluppo sociale e di sostegno ai soggetti vulnerabili.
Firma: la ministra per le Pari Opportunità e delle politiche della Famiglia, Bonetti, e la ministra della solidarietà nazionale, della famiglia e della condizione femminile della repubblica algerina democratica e popolare, Krikou;

6. Memorandum d’intesa sui meccanismi per lo sviluppo di ecosistemi di startup
Il Memorandum intende favorire lo sviluppo di ecosistemi di startup dei due Paesi, analizzando potenziali iniziative congiunte per promuovere le reciproche esperienze attraverso lo scambio di buone pratiche, la facilitazione della mobilità delle startup tra i due Paesi. 
Firma: per il Ministero dello sviluppo economico, il ministro degli Esteri e della Cooperazione Internazionale Di Maio; per il ministero delegato presso il Primo ministro incaricato dell’Economia della Conoscenza e delle Startup, Yacine Oualid.

7. Memorandum d’intesa nel campo della promozione degli investimenti
L’intesa mira a favorire la cooperazione nel settore della promozione degli investimenti attraverso scambi di informazioni, il supporto reciproco agli operatori economici intenzionati ad investire nei due Paesi e iniziative di formazione.
Firma: il Dott. Rizzardo per INVITALIA e il rappresentante dell’Agenzia nazionale per lo sviluppo degli investimenti (Andi);

8. Accordo di cooperazione nel settore delle microimprese 
L’Accordo è teso ad approfondire la cooperazione economica, commerciale e tecnica tra CONFAPI e ANADE, incoraggiando le microimprese italiane a investire in Algeria e offrendo assistenza tecnica soprattutto nel settore delle catene agroalimentari, del tessile e dell’olio.
Firma: Jonathan Morello Ritter della CONFAPI e il rappresentante dell’Agenzia nazionale per il sostegno e lo sviluppo dell’imprenditoria (ANADE).

9. Memorandum d’intesa nel campo dell’industria farmaceutica
Il Memorandum intende istituire lo scambio di informazioni ed esperienze, lo sviluppo di progetti congiunti di cooperazione nei settori della formazione, dello scambio di esperienze in materia di sperimentazioni cliniche, del partenariato nel campo dell'industria farmaceutica attraverso la costituzione di joint venture e la delocalizzazione dei siti produttivi italiani verso l’Algeria.
Firma: per il Ministero della Salute, il ministro degli Esteri Di Maio; per il Ministero dell’industria farmaceutica, Abderrahmane Lotfi Djamel Benbahmed.

10. Memorandum d’intesa nel settore farmaceutico
L’intesa mira a facilitare lo scambio di informazioni, documenti e buone prassi in materia di regolamentazioni e prodotti farmaceutici. Essa prevede inoltre che le parti sviluppino dei progetti di formazione e perfezionamento del personale di AIFA e ANPP.
Firma: per l’Agenzia italiana del farmaco (AIFA) l’ambasciatore Pugliese, e il rappresentante dell’Agenzia nazionale dei prodotti farmaceutici.

11. Dichiarazione d’intenti nel settore della cooperazione scientifica e di ricerca 
Con la Dichiarazione le parti si impegnano a sviluppare la ricerca scientifica, tecnologica e nel settore dell’innovazione, promuovendo programmi multilaterali, soprattutto nell’ambito di quelli europei (Horizon Europe 2021-2027). Tra le principali aree di cooperazione rientrano la sicurezza alimentare, la sicurezza energetica, l’intelligenza artificiale e la digitalizzazione, anche attraverso la sottoscrizione di futuri memorandum d’intesa.
Firma: per il Ministero dell’Università e della Ricerca, il ministro degli Esteri e della Cooperazione Internazionale Di Maio, per il Ministero dell’istruzione superiore e della ricerca scientifica, Benziane.

12. Accordo di cooperazione nel campo della protezione e della promozione del patrimonio storico e culturale
Firma: per il ministero della Cultura, il ministro degli Esteri e della Cooperazione Internazionale Di Maio, per il ministero dei Mujaheddin e degli Aventi-diritto, Lamamra.

13. Memorandum d’intesa sulla cooperazione industriale e tecnologica
Il Memorandum intende istituire una cornice di cooperazione per lo sviluppo di programmi e progetti, anche attraverso investimenti congiunti tra il settore pubblico e quello privato, in numerosi settori industriali, tra cui l'industria metallurgica, chimica, plastica, agroalimentare, tessile e cantieristica. La cooperazione potrà prendere la forma, tra gli altri, dello scambio di informazioni, dell'assistenza tecnica, della promozione di partenariati industriali e di programmi di formazione. Al fine di coordinare l'attuazione del Memorandum è prevista, inoltre, l'istituzione di un Gruppo di lavoro congiunto tra le parti.
Firma: per il Ministero dello sviluppo economico, il ministro degli Esteri e della Cooperazione Internazionale Di Maio, per il Ministero dell’industria, Zeghdar.

14. Memorandum d’intesa sulla cooperazione nel settore della pietra
Il Memorandum prevede lo sviluppo di progetti congiunti nel settore del marmo, anche attraverso la creazione di un Centro tecnico-scientifico-tecnologico con finalità di formazione.
Firma: il Presidente Onorario di Confindustria Marmomacchine, Flavio Marabelli, e il rappresentante della Federazione algerina dei minerali, delle miniere e dell’industria lapidea (FAMMIP).

15. Dichiarazione d’intenti sulla promozione della cooperazione bilaterale nel campo della formazione diplomatica e della ricerca accademica negli studi sulle relazioni internazionali
La dichiarazione mira a promuovere la cooperazione tra gli istituti incaricati della formazione diplomatica attraverso scambi di esperienze e informazioni, nonché programmi congiunti di formazione dedicati al personale diplomatico.
Firma: per l’Unità per la formazione del MAEC, il ministro degli Esteri Di Maio, per l’Istituto per le relazioni internazionali e diplomatiche del Ministero degli affari esteri e della comunità nazionale all’estero il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Lamamra.