English | Italiano

Il Presidente Draghi incontra le Nazionali Campioni d'Europa di Pallavolo

Lunedì, 27 Settembre 2021

Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha incontrato a Palazzo Chigi i Campioni d’Europa 2021 della Nazionale femminile e maschile di Pallavolo.


Buongiorno a tutte e a tutti,
un caro saluto a tutte le atlete e gli atleti qui presenti insieme agli staff tecnici,
al Presidente del CONI, 
al Presidente della Federazione Italiana Pallavolo, FIPAV, 
a tutti voi un ringraziamento a nome del Governo e dello staff di Palazzo Chigi.

La pallavolo italiana è di nuovo campione d’Europa.
Per la settima volta nella storia della Nazionale maschile e per la terza di quella femminile.
E, per la prima volta, contemporaneamente.
È un risultato che ci riempie di orgoglio, che arricchisce una tradizione che conta già molti trofei.
E che si aggiunge a mesi indimenticabili per lo sport italiano. A mia memoria, non ricordo un anno così, veramente straordinari questi mesi.

In queste settimane avete dato prova di grande caparbietà.
Le Olimpiadi di Tokyo non sono andate come speravate.
Ma, con la calma e determinazione che hanno i grandi atleti, avete trovato le motivazioni giuste per ripartire.
Non vi siete perse e persi d’animo, avete ritrovato lo spirito di squadra.
E siete tornati a casa con le medaglie d’oro.
Grazie anche ai vostri allenatori Ferdinando De Giorgi e Davide Mazzanti.
E ai vostri capitani Simone Giannelli e Miriam Sylla.

So che Miriam Sylla e con lei Alessia Orro non possono essere qui per un infortunio.
A loro va il mio augurio di pronta guarigione - glielo dite voi, eh, va bene?

Ricorderemo a lungo le immagini delle vostre finali.
Avete vinto contro i vostri avversari, ma anche contro le vostre paure.
La Nazionale femminile ha superato in finale la stessa squadra che l’aveva eliminata alle Olimpiadi.

Quella maschile ha recuperato per due volte un set di svantaggio, e ha vinto al tie break decisivo.
Avete trasformato la sconfitta e le difficoltà nella base delle vostre vittorie.
Una lezione non solo per chi vi segue, ma una lezione per tutti noi.

La pallavolo è il secondo sport più praticato in Italia.
Il merito per la sua diffusione è essenzialmente vostro, e dei campioni che vi hanno preceduto.
Migliaia di ragazzi si allenano ogni giorno perché sognano di diventare come voi.
Se ci riusciranno sarà anche grazie a chi li aiuta e a chi li sostiene.

Voglio ringraziare le vostre famiglie e i vostri cari.
I preparatori, i dirigenti e la Federazione.
Tutti coloro che, dalle scuole alle palestre di quartiere, hanno aiutato voi e aiuteranno anche tanti altri a coltivare le proprie passioni.
E a trasformare il rettangolo del campo in un mondo di possibilità.

Lo sport ha una dimensione comunitaria che non dobbiamo dimenticare.
È spesso lontana dai riflettori, ma è al centro delle vite degli italiani.
Lo sport porta emozioni e entusiasmo nelle nostre case e nelle nostre città.
Crea legami, amicizie, solidarietà.
Permette ai nostri giovani di crescere e di migliorarsi.
E, in alcuni casi, segna l’inizio di un percorso che porta a una vittoria ai Campionati Europei.
La più recente ma, ne sono certo, non l’ultima.

Grazie.

Governo Italiano Presidenza del Consiglio dei Ministri