Covid-19, studi sul mix vaccinale

L’Italia non è l’unico Paese in Europa a consentire l’approccio del mix vaccinale nella campagna di vaccinazione anti Covid-19. Anche Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Svezia, Norvegia e Spagna raccomandano una seconda dose dei vaccini Pfizer e Moderna ai soggetti che hanno ricevuto una prima dose di Vaxzevria (AstraZeneca). Di questi, la Spagna lascia la possibilità per chi vuole di ricevere una seconda dose di Vaxzevria, pur raccomandando una seconda dose di vaccini a mRNA.

  • Uno studio realizzato su 676 partecipanti, in Spagna, e pubblicato su The Lancet il 25 giugno, ha presentato i risultati nell’utilizzo di una seconda dose di vaccino a mRNA (Pfizer/BioNTech) per soggetti con meno di 60 anni che avevano ricevuto una prima dose di Vaxzevria (AstraZeneca). Tali risultati indicano che il sistema immunitario ha risposto in modo corretto e che non si sono verificate particolari reazioni avverse: su un campione di persone sottoposte al test, il 100 per cento dei partecipanti avrebbe sviluppato anticorpi neutralizzanti del Covid in 14 giorni.
  • La vaccinazione eterologa - spiega un articolo su The Lancet relativo allo studio spagnolo - avrebbe quindi le potenzialità per produrre una risposta più forte, con una migliore efficacia ai fini dell’immunizzazione. L’articolo sottolinea anche come la vaccinazione eterologa possa essere un’opportunità per rendere le campagne di vaccinazione più flessibili in risposta alle variazioni nell’offerta di vaccini. Inoltre, il mix di vaccini sarà necessario per affrontare la comparsa delle varianti del Sars-Cov-2.
  • Lo stesso Comitato tecnico scientifico, nel parere reso lo scorso 11 giugno, aveva citato altri studi realizzati sull’utilizzo di due vaccini diversi per completare un ciclo di vaccinazione. Tra questi, sempre su The Lancet uno studio pubblicato lo scorso 12 maggio, e realizzato su 830 partecipanti, ha mostrato buoni risultati in termini di sicurezza con la somministrazione di una seconda dose di vaccino a mRNA, evidenziando la presenza di effetti collaterali accettabili e gestibili.
  • Uno studio realizzato dall’Università della Saarland, in Germania, ha concluso che chi ha ricevuto una seconda dose di Pfizer/BioNTech dopo una prima dose di Vaxzevria (AstraZeneca) ha avuto una risposta immunitaria superiore di circa 10 volte rispetto a quella registrata nei pazienti che avevano ricevuto due dosi di Vaxzevria. Secondo lo studio, inoltre, somministrando una seconda dose di Pfizer/BioNTech a chi aveva ricevuto una prima dose di AstraZeneca si ottengono risultati leggermente migliori di quelli ottenuti somministrando due dosi di Pfizer/BioNTech per quanto riguarda gli anticorpi neutralizzanti, quelli che impediscono direttamente l'ingresso del virus Sars-CoV-2 nelle cellule.
  • Una risposta elevata in termini di anticorpi neutralizzanti a seguito della somministrazione di una seconda dose di vaccino a mRNA a soggetti che avevano ricevuto la prima dose di Vaxzevria è stata evidenziata anche da un ulteriore studio condotto su 129 soggetti.
  • Come ha recentemente spiegato un articolo apparso sulla rivista Science l’11 giugno scorso, il mix vaccinale potrebbe fornire al sistema immunitario più strade per riconoscere il virus. In particolare, i vaccini a mRNA sarebbero particolarmente efficaci nel generare risposte immunitarie sotto forma di anticorpi, mentre i vaccini a vettore adenovirale – come Vaxzevria (AstraZeneca) e Janssen – sarebbero particolarmente indicati per incrementare la risposta cellulo-mediata incrementando il livello delle cellule T, che hanno il compito di eliminare le cellule già infettate dal virus.

Questi studi quindi forniscono un supporto scientifico alla decisione di raccomandare la somministrazione di una seconda dose di vaccino a mRNA a coloro che hanno ricevuto una prima dose di vaccino a vettore adenovirale, come Vaxzevria (AstraZeneca), un orientamento a cui hanno aderito diversi Paesi europei. 

Pubblicato il: 27 Giugno 2021
Aggiornato il: 27 Giugno 2021

Governo Italiano Presidenza del Consiglio dei Ministri