Emblema della Repubblica

Primo piano

Riforme, Boschi: "Non è importante prevedere il futuro ma renderlo possibile".

Roma, 18 dicembre 2014.
Si è conclusa in aula alla Camera la discussione generale sul ddl Riforme costituzionali. “Prevedere strumenti per rendere più incisivo e puntuale il lavoro del Governo e del Parlamento non è una diminuzione della democrazia del nostro Paese” ha sottolineato il ministro Maria Elena Boschi. "Rimaniamo ancorati a una forma di Governo parlamentare". Leggi l’intervento completo del ministro e il resoconto che riporta tutto il dibattito che si è svolto tra le forze politiche sul tema delle riforme. “Un tema urgente per il Paese che da troppo tempo aspetta che la classe politica mantenga un impegno. Quindi non riguarda solo il Governo ma l'intera classe dirigente” ha detto il ministro Boschi a Montecitorio. "Siamo chiamati a immaginare i prossimi anni e decenni per il nostro Paese – ha sottolineato-. Vi chiedo di considerare queste riforme come un disegno unitario con altre riforme, perché non abbiamo l'obiettivo di modificare il Senato ma di cambiare l'Italia rendendola più bella rendendole gli onori della sua storia e il posto che merita; soprattutto in un momento in cui c'è poca credibilità verso la classe politica. 'Non è importante prevedere il futuro ma renderlo possibile' diceva il poeta”.

Notizie

Mercoledì in Aula

17/12/2014 - Giornata di lavori parlamentari in Aula alla Camera con il seguito dell'esame del ddl di riforma della parte II della Costituzione e il question time delle ore 15.00 con i ministri, Martina, Orlando, Gentiloni e Guidi. Senato ancora impegnato in commissione con la sessione di bilancio, la discussione in Aula dei documenti di bilancio inizierà giovedì 18 dicembre alle ore 9,30.

Renzi riferisce sul Consiglio UE prossimi giorni, poi ok risoluzioni

16/12/2014 -

“In nove mesi il governo ha scritto pagine straordinarie di riforme interne. Poi si può essere d'accordo o no nel merito” ha sottolineato il Presidente del Consiglio dei ministri Matteo Renzi durante le comunicazioni al Parlamento in vista del Consiglio europeo dei prossimi giorni. Dopo il suo intervento, il dibattito fra tutte le forze politiche in Parlamento e poi il voto alle risoluzioni di maggioranza e opposizione sul vertice internazionale del 18 e 19 dicembre. La votazione si è conclusa alla Camera con l'ok alla risoluzione di maggioranza con 312 sì e 176 no e a Palazzo Madama con 149 si', 113 no e un astenuto. Tra gli impegni del governo indicati nel documento "sostenere iniziative per contrastare l'evasione e l'elusione a livello europeo e globale". L'esecutivo aveva dato parere favorevole all'indirizzo prima delle dichiarazioni di voto.

Conti pubblici sempre in primo piano

15/12/2014 - Riprende oggi alle 14 al Senato in commissione Affari Costituzionali l'iter del ddl di riforme della legge elettorale dopo che nella serata di sabato è stato approvato il ddl del governo con la riforma del bicameralismo e del titolo V, in aula da martedì. E’ quanto si legge sul calendario della settimana: in evidenza l’esame in commissione Bilancio dei ddl Stabilità e Bilancio. Leggi il calendario con l’elenco completo degli appuntamenti in aula e presso le commissioni. In agenda per mercoledì prossimo le comunicazioni del Governo sulla partecipazione dell'Italia a missioni militari in Afghanistan.

Ddl riforme, cambiano le competenze Stato e regioni sulle leggi

12/12/2014 - E’ in corso in commissione Affari costituzionali alla Camera l'esame degli emendamenti al ddl Riforme. Tra le novità di oggi, gli emendamenti accantonati all'articolo 30 sulle potestà legislative di Stato e Regioni con la riorganizzazione delle funzioni e l'aggiornamento dei lavori a sabato 13.

Camera impegnata sul conflitto di interesse

11/12/2014 - Calendario aggiornato in aula alla Camera impegnata, fra gli altri temi, sul conflitto di interesse e la lotta internazionale alla criminalità mafiosa. E’ quanto si legge sul calendario del dipartimento che segna anche la discussione di atti di indirizzo (mozioni). Il Senato è impegnato invece sui conti pubblici con la sessione di bilancio e sulla riforma elettorale: sul ddl per il voto sono state presentate dai partiti oltre 10mila richieste di modifica in commissione di merito.

Focus

Ministro Boschi ricorda Nilde Iotti

"Nilde Iotti nel 1983 diceva che la riforma della Costituzione, che lei stessa aveva contribuito a scrivere, era un toccasana per uscire dalla crisi. Costruire un nuovo assetto costituzionale riformando la nostra carta fondamentale per riportarla in vita, sono temi, che costituiscono un lascito prezioso del lavoro di Nilde Iotti, oggi alla nostra portata". Lo dichiara il ministro, Maria Elena Boschi, durante l'incontro alla Camera per ricordare la prima presidente donna di Montecitorio a 15 anni dalla sua scomparsa.

Comunicato


Eunews, 'tre giorni' a Firenze

Il ministro, Maria Elena Boschi, ha chiuso con il suo intervento i tre giorni di dibattito dal titolo "How Can We Governe Europe" dedicato ai temi europei organizzato da Eunews a Firenze. "Abbiamo bisogno di una politica comune, di una visione comune, di una politica fiscale. Questo modello non funziona alla lunga, questo non significa che l'austerità sia una buona scelta" - ha osservato il ministro Boschi - "Dobbiamo agire - ha aggiunto - e il Governo sta facendo la sua parte. Ora è il momento per l’Europa di farlo: il piano da 300 miliardi di Juncker è importante ma è solo il primo passo verso la ripresa”.


Inaugurazione Corso di Alta Formazione presso AISES

"Per prima cosa desidero ringraziare l’Accademia Internazionale per lo Sviluppo Economico e Sociale, la Pontificia Università Lateranense e il Vicariato di Roma per avermi invitato all'inaugurazione di questo Corso di Alta formazione. Il tema delle riforme istituzionali e della crescita economica, il modo in cui esse si intrecciano non solo all'interno di ogni singolo Paese, ma in un più ampio contesto europeo, è tanto complesso quanto affascinante. E di sicuro estremamente attuale, in un tempo difficile come il nostro, segnato in profondità da una crisi che dura ormai da anni". Leggi l'intervento del ministro.


Legge elettorale e ricorso preventivo Corte Costituzionale

Il ministro Boschi ha confermato il favore del Governo all'introduzione del ricorso preventivo alla Consulta in materia elettorale nell'ambito delle riforme costituzionali; ma utilizzare questa procedura implicherebbe attendere prima l'approvazione della riforma costituzionale "e noi - ha spiegato il ministro - non possiamo ulteriormente attendere", visto che le riforme costituzionali non entreranno immediatamente in vigore.


Renzi: programma mille giorni e riforme

Mille giorni e l'agenda delle riforme, tra cui quella elettorale, del lavoro, della giustizia. Si tratta di alcuni punti dell'intervento del Presidente del Consiglio Matteo Renzi, che ha illustrato in Parlamento il programma del governo. Intanto inizia in commissione Giustizia al Senato l'esame del decreto legge sul processo civile: si tratta di uno dei 7 provvedimenti varati dal Consiglio dei ministri il 29 agosto scorso per la riforma della giustizia.

Leggi il testo dell'intervento

Passo dopo Passo

Informazioni generali sul sito