Emblema della Repubblica

Primo piano

Legge elettorale approvata al Senato. Boschi: Abbiamo fatto una buona legge

Roma, 28 gennaio 2015.
Approvato il ddl di riforma del sistema elettorale dall'Aula del Senato. Il provvedimento ottiene: 184 voti a favore, 66 contrari, 2 astenuti. L'Italicum passa all'esame della Camera. "Sembrava impossibile qualche mese fa, eppure la legge elettorale è stata approvata anche al Senato" commenta il ministro Boschi via Twitter. "Al voto finale la maggioranza è stata numericamente autosufficiente, ma lo dico senza nulla togliere al contributo positivo e fondamentale dei senatori di Forza Italia. Certo avrei preferito che tutto il Pd avesse votato questa legge". Così il ministro Boschi in una intervista a La Repubblica dopo l'approvazione del Senato del ddl di riforma del sistema elettorale della Camera dei Deputati. "Ma questo non è il momento delle polemiche. Abbiamo fatto una buona legge, per la prima volta c'è certezza, grazie al ballottaggio, di una vincitore la sera delle elezioni, senza inciuci." Leggi l'intervista.

Notizie

Governo ha riferito su incidente militare in Spagna

27/01/2015 - E’ terminata al Senato l'informativa del Governo sull'incidente militare in Spagna che ha coinvolto anche personale del contingente italiano presso la Nato. In Aula il ministro della Difesa, Roberta Pinotti. Occhi puntati alle 14 per l’inizio delle dichiarazioni di voto sul ddl di riforma della legge elettorale.

Calendario al via di lunedì

26/01/2015 - Il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Sandro Gozi, riferisce domani in Parlamento sulle politiche europee in materia di flussi migratori e asilo: è quanto si legge sul calendario della settimana. In agenda, sempre domani, anche le comunicazioni del Governo sugli esiti del Consiglio europeo del 18 dicembre 2014. Riflettori accesi sulla la riforma elettorale e sulla riforma costituzionale e, giovedì 29, prima seduta del Parlamento in seduta comune per l'elezione del Presidente della Repubblica.

Riforme, lavori in corso

23/01/2015 - "Abbiamo fatto un buon lavoro": questo il commento del ministro per le Riforme Maria Elena Boschi al termine della seduta odierna dell’aula in Senato, dove è in votazione il testo della nuova legge elettorale. Oggi la Camera ha dato invece il via libera a 3 articoli, dal 7 al 9, aggiornando ad altra seduta l’articolo 11, e quelli dal 10 al 20 del ddl riforme costituzionali. Presente in aula il sottosegretario Sesa Amici. I lavori riprendono lunedì 26 gennaio, sia a Montecitorio (alle ore 11) sia a Palazzo Madama (ore 15).

Oggi si decide come sarà il nuovo Senato

22/01/2015 - Continua oggi l'esame del ddl Riforme in aula alla Camera, i deputati impegnati sull'elezione e la composizione del futuro Senato con il voto sugli emendamenti all'articolo 2.

Novità sulla legge elettorale

21/01/2015 - Al Senato l’aula ha votato oggi alcune richiesta di modifica al testo della legge elettorale. Tra le novità: l’ok all'emendamento Esposito che recepisce l'Italicum. Il testo è stato approvato con 175 sì 110 no e 2 astenuti. In seguito alla votazione, decadono circa 35mila emendamenti sui 47mila presentati.

Focus

Italicum: continue richieste di modifica non possono bloccare il cambiamento

Il Governo è disponibile ad accogliere modifiche migliorative alla legge elettorale ma continue richieste di modifica non possono essere un modo per bloccare “la sfida del cambiamento”. Lo ha detto il ministro Boschi. A marzo 2014 la Camera ha approvato l’Italicum dopo otto anni di discussioni.

Resoconto stenografico

Video dell'intervento


Riforme, Boschi: "Non è importante prevedere il futuro ma renderlo possibile".


Si è conclusa in aula alla Camera la discussione generale sul ddl Riforme costituzionali. “Prevedere strumenti per rendere più incisivo e puntuale il lavoro del Governo e del Parlamento non è una diminuzione della democrazia del nostro Paese” ha sottolineato il ministro Maria Elena Boschi. "Rimaniamo ancorati a una forma di Governo parlamentare". Leggi l’intervento e il dibattito che si è svolto tra le forze politiche. “Il Paese da troppo tempo aspetta che la classe politica mantenga un impegno. Il tema delle riforme non riguarda solo il Governo ma l'intera classe dirigente” ha detto il ministro Boschi a Montecitorio. "Siamo chiamati a immaginare i prossimi anni e decenni per il nostro Paese – ha sottolineato-. Vi chiedo di considerare queste riforme come un disegno unitario con altre riforme, perché non abbiamo l'obiettivo di modificare il Senato ma di cambiare l'Italia rendendola più bella rendendole gli onori della sua storia e il posto che merita; soprattutto in un momento in cui c'è poca credibilità verso la classe politica. 'Non è importante prevedere il futuro ma renderlo possibile' diceva il poeta”.

Approfondimento sul ddl

Resoconto stenografico

Appuntamento l'otto gennaio

Guarda il video


Convegno ricorda Nilde Iotti

"Nilde Iotti nel 1983 diceva che la riforma della Costituzione, che lei stessa aveva contribuito a scrivere, era un toccasana per uscire dalla crisi. Costruire un nuovo assetto costituzionale riformando la nostra carta fondamentale per riportarla in vita, sono temi, che costituiscono un lascito prezioso del lavoro di Nilde Iotti, oggi alla nostra portata". Lo dichiara il ministro, Maria Elena Boschi, durante l'incontro alla Camera per ricordare la prima presidente donna di Montecitorio a 15 anni dalla sua scomparsa.

Comunicato

Informazioni generali sul sito