Lo studio del Presidente del Consiglio

Lo studio del Presidente è situato nella parte storicamente e artisticamente più importante del vecchio Palazzo Aldobrandini. Lo studio, alquanto sobrio, mostra fregi seicenteschi del tempo degli Aldobrandini. Le uniche preziosità sono una residenza ferrarese del’500 e un dipinto del Domenichino raffigurante Santa Agnese. Il quadro sovrastante la scrivania è una copia di un dipinto del Tiziano, il cui originale si trova al museo del Prado di Madrid. 

Lo studio del Presidente solo in epoca recente è di nuovo abitato. Fu proprio Giuliano Amato nel’92, in occasione del suo primo incarico da Presidente del Consiglio a volerne il trasferimento in un’altra ala del palazzo meno rumorosa anche se più scomoda e meno prestigiosa. Tornato a Palazzo Chigi dopo 8 anni, il Presidente Amato ha ritrovato lo studio messo a nuovo da un recente restauro che ha fatto tornare alla luce la raffigurazione biblica dell’episodio di Giona e la balena che si trova proprio sopra la porta di accesso alla Galleria Deti, attigua allo studio.

Lo studio

Lo studio