L'Anticamera del Presidente o Anticamera Deti

L'Anticamera dello studio del Presidente si trova al primo piano del Palazzo, accanto alla Sala delle Scienze, e ha una interessante veduta su Piazza Colonna. 

La Sala è caratterizzata da una fascia, alla base del soffitto, affrescata da Flaminio Allegrini con una serie di quadretti che, inframmezzati da soggetti paesaggistici, illustrano episodi della vita di Papa Clemente VIII. Negli angoli dei riquadri compare la falce di luna, stemma del Cardinale Giovanni Battista Deti, a cui Olimpia Aldobrandini nel 1626 decise di affidare l’intero immobile, a fronte dell'incarico, soprattutto economico, del completamento dei lavori architettonici del Palazzo e della decorazione dell’Anticamera e delle Sale attigue.

La Sala è dotata di un camino ornato da una specchiera del 1700 in legno dorato e intagliato con figure di arpie, sfingi e delfini.

Al centro un tavolo del 1670 con un piano di marmo giallo antico sostenuto da quattro putti angolari reggifestone. Al soffitto il grande lampadario di Murano in metallo dorato e cristallo di Boemia a quarantotto luci.

Sulla parete tra le due finestre è collocata una consolle romana del 1700 e un quadro ad olio della prima metà sec. XIX,  "Paesaggio con armenti"di Andreas Schelfhout, mentre sulla parete opposta un arazzo di Jan Leyniers; ai lati del caminetto due paesaggi della Scuola romana del XVII secolo.