La sala del Consiglio dei Ministri

La sala del Consiglio dei ministri, a differenza delle altre, quasi a caratterizzare la serietà delle decisioni che abitualmente vengono prese durante le riunioni del Consiglio, ha il soffitto decorato con travi di legno, arricchito con un fregio decorato nel 1665 dal pittore austriaco Giovanni Paolo Schor. 

La sala si affaccia sul balcone centrale della facciata prospicente Largo Chigi e corrisponde all’antica sala del Palazzo Aldobrandini.

L ’architettura è piena dei simboli araldici dei Chigi e di figure mitologiche sullo sfondo di paesaggi boscosi. 
Gli arazzi alle pareti della scuola del Rubens furono acquistati dai Chigi nel 1668. 
Completano l’arredamento un severo coro ligneo di gusto cinquecentesco e un caminetto della fine del 1700 di marmo bianco finemente intagliato.

La sala del Consiglio dei Ministri vista dall'alto

Particolare del tavolo

Il soffitto decorato con travi di legno

Uno degli arazzi alle pareti

Busto in marmo