Il secondo salone degli arazzi

Il secondo salone degli Arazzi è adibito a salotto ed anticamera del Segretario generale della Presidenza del Consiglio. 

Le tappezzerie di tessuto prezioso temperano gli ambienti di fattura barocca arricchiti dal mobilio settecentesco, dai quadri, dagli arazzi e dai tappeti. 
I due salotti di questo salone sono arricchiti da due consolles del’700 in lacca e oro. Completano l’arredamento, due panchetti sorretti da leoni in legno dorato che recano la stella dei Chigi accompagnati da tre sgabelli sorretti da zampe leonine. Alle pareti, tre arazzi seicenteschi di Bruxelles della serie di Alessandro Magno dall’arazziere Ian Leyniers. 

Dal Salone degli Arazzi si torna alla Sala dei Mappamondi che fa da cerniera ai due edifici e chiude il palazzo in un rettangolo che non lascia traccia della discontinuità che ha caratterizzato la costruzione dell’edificio.

il secondo salone degli arazzi