Forum Rome Med 2017 - Mediterranean Dialogues

01 Dicembre 2017

Si è aperta giovedì 30 novembre e termina sabato 2 dicembre a Roma la Terza edizione del Forum Rome Med 2017 - Mediterranean Dialogues, promossa dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e dall’ISPI (Istituto per gli Studi di Politica Internazionale). La conferenza vede la presenza di 800 leader tra cui Presidenti, Primi Ministri, Ministri, uomini di finanza e imprenditori, enti e organizzazioni internazionali nonché studiosi ed esperti provenienti da circa 56 Paesi.

Tra i temi chiave della tre giorni di dibattito - in un’ottica di costruzione di un’agenda positiva che torni a ridare centralità alla regione in uno scenario internazionale in continuo mutamento - spiccano i nuovi equilibri nell’area, le strategie di sicurezza comune, la lotta al terrorismo dopo la presa di Raqqa e Mosul, le nuove strategie per la gestione dei flussi migratori, l’energia, il commercio internazionale nell’area. Un focus particolare sarà dedicato ad alcuni paesi chiave della regione come Arabia Saudita, Iran, Qatar, Egitto, Iraq e Libia e alla visione che dell’area hanno grandi potenze come Russia, Stati Uniti, Cina e India.  

La prima giornata ha visto la presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e, dopo il benvenuto del presidente dell’Ispi Giampiero Massolo,  i discorsi di apertura del Ministro degli esteri Angelino Alfano  e del Presidente libanese Michel Aoun, oltre a un intervento della Ministra della difesa Roberta Pinotti. Nella tre giorni si alternano numerosi protagonisti della scena internazionale: dai ministri degli esteri di Iran, Iraq, Russia, Arabia Saudita, Qatar ,Egitto, Giordania, Tunisia, Algeria, Niger, India, al vice premier libico, dall’Alta rappresentante per la politica estera dell’Ue al segretario generale della Lega araba, all’inviato dell’Onu per la Libia. La chiusura della conferenza è affidata al Presidente Paolo Gentiloni. 

Fonte: Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale