18App, il bonus cultura per i diciottenni

La Legge di Bilancio 2018 ha stanziato 290 milioni di euro annui per prorogare al 2018 e al 2019 18App

A partire dal 19 settembre 2017 e fino al 30 giugno 2018, i nati nel 1999 potranno iscriversi sulla piattaforma 18App per usufruire del bonus cultura, la carta elettronica del valore di 500 euro assegnata a tutti i giovani che compiono 18 anni nel 2017 residenti in Italia, in possesso di permesso di soggiorno dove richiesto, al fine di promuovere lo sviluppo della cultura e la conoscenza del patrimonio culturale.

La Legge di Bilancio 2017 (L. 11 dicembre 2016, n. 232, comma 626), ha confermato il bonus per i diciottenni, che può, quindi, essere richiesto anche da coloro che compiono 18 anni nel 2017 con le modalità stabilite dal DPCM 4 agosto 2017, n. 136 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del n.218 del 18/09/2017.

I diciottenni possono utilizzare la carta elettronica per assistere a rappresentazioni teatrali e cinematografiche, per l'acquisto di libri, per l'ingresso a musei mostre ed eventi culturali, monumenti, gallerie, aree archeologiche, parchi naturali e spettacoli dal vivo e, novità di quest’anno, anche per l'acquisto di musica registrata, nonché di corsi di musica, di teatro o di lingua straniera.

I nati nel 1999 per poter usufruire del bonus devono iscriversi sulla piattaforma 18App entro il 30 giugno 2018 e potranno spendere il bonus entro il 31 dicembre.

18app è una iniziativa a cura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e della Presidenza del Consiglio dei Ministri.  

La misura, prevista per la prima volta nella Legge di Stabilità 2016, ha iniziato ad essere operativa dal 3 novembre 2016.   

Dal 3 novembre 2016 al 30 novembre 2017, grazie a 18app, circa 600 mila ragazzi nati nel 1998 e nel 1999 hanno speso oltre 163milioni di euro per acquistare libri, musica e biglietti per l’ingresso a concerti, cinema, teatro, eventi culturali e musei. Il MiBact, nel presentare questi dati, fornisce anche un riparto della spesa nelle diverse categorie di consumo.  La lettura si dimostra di gran lunga il prodotto culturale più apprezzato dai neo maggiorenni: oltre l’80% del valore della spesa complessiva nei due anni del bonus cultura ha riguardato i libri (98% libri cartacei; 2% ebook). Seguono concerti e musica, che insieme raccolgono oltre il 10% della spesa, e cinema con oltre il 7% del valore degli acquisti. Gli acquisti sono avvenuti nel 54% dei casi sulle piattaforme online e per il 46% direttamente nei circa 4.000 esercizi commerciali accreditati.

 

Pubblicato il: 04 Gennaio 2017
Aggiornato il: 04 Gennaio 2018