Campagna “L’arte ti somiglia”

17 Ottobre 2017

L’arte ti somiglia” è la principale campagna di comunicazione 2017 del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo: ideata completamente in house è finalizzata a promuovere la visita degli oltre 420 musei e parchi archeologici statali. Gli spot – i cui claim sono L’arte ti somiglia. E’ parte di te; L’arte ti somiglia. E’ il tuo futuro; L’arte ti somiglia. Vive accanto a te – sono incentrati su quella sensazione di fusione e di identificazione che le opere d’arte sanno stimolare in coloro che le ammirano. Di qui, l’invito a visitare le ricche collezioni dei musei italiani, dove tutti possono sentirsi parte di uno straordinario patrimonio. L’attività promozionale dei musei, in ambito internazionale, insiste da tempo su questo tema, celebrando l’affinità tra i visitatori e le opere d’arte come base per nuove e più profonde modalità di fruizione.

Obiettivi

Gli spot televisivi mirano a incentivare i cittadini a visitare i musei italiani e sviluppare un rapporto attivo con l’arte, superando la concezione tradizionale, che, considerando il visitatore come uno spettatore passivo, non ne stimola la curiosità contribuendo a rendere il museo un luogo scarsamente attrattivo. iglia. E’ il tuo futuro; L’arte ti somiglia. Vive accanto a te – sono incentrati su quella sensazione di fusione e di identificazione che le opere d’arte sanno stimolare in coloro che le ammirano. Di qui, l’invito a visitare le ricche collezioni dei musei italiani, dove tutti possono sentirsi parte di uno straordinario patrimonio. L’attività promozionale dei musei, in ambito internazionale, insiste da tempo su questo tema, celebrando l’affinità tra i visitatori e le opere d’arte come base per nuove e più profonde modalità di fruizione.

Target

I destinatari della campagna sono tutti i cittadini, di qualsiasi fascia di età.

Contenuto dei messaggi

Gli spot, nelle diverse declinazioni, invitano i cittadini a specchiarsi nell’arte, per vivere, nei musei italiani, l’esperienza emozionante di riscoprire la cultura come parte di sé. Il patrimonio dei beni culturali statali rappresenta la ricchezza artistica storica ed economica del Paese, il patrimonio della collettività. Esso testimonia l’identità di una civiltà, i valori sui quali si sono sviluppate la società e la nazione.

Protagonisti sono i volti di bambini, persone comuni, di ogni età, o animali domestici che in un montaggio alternato e veloce si accostano, al ritmo di una musica incalzante, alle immagini dei dipinti e delle sculture delle collezioni italiane più somiglianti, per tratti, posa o espressione.

Strumenti e mezzi

Il primo spot è stato trasmesso sulle reti televisive RAI a partire dal dicembre 2016, la versione dedicata ai bambini da luglio 2017. È attualmente in onda la versione che ha come protagonisti gli animali domestici. La campagna, è inoltre veicolata sul web e sui social.

Fonte: Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo