Campagna di comunicazione sulla sicurezza in montagna

23 Febbraio 2017

Presentazione

L’Arma dei Carabinieri ha fra i suoi compiti quello del controllo del manto nevoso, della previsione del rischio valanghe e le attività consultive e statistiche connesse. Dal 1° gennaio al 13 febbraio di quest’anno sono state già 33 le persone decedute a causa di valanghe e 18 i morti per altri incidenti in montagna. Nel 2016 sono state 194 le persone che hanno perso la vita durante un incidente in montagna.

L’Arma dei Carabinieri, in accordo con il Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria della Presidenza del Consiglio e il Dipartimento della Protezione civile, ha pertanto ritenuto opportuno realizzare una campagna di informazione e sensibilizzazione sul rischio valanghe e sui corretti comportamenti da adottare in montagna al fine di evitare incidenti e al fine di informare i cittadini sull’importanza di consultare il bollettino neve e valanghe.

Obiettivi

Informare i cittadini del rischio  neve e valanghe e promuovere i comportamenti corretti da adottare. Difatti, le vittime non sono solo gli occasionali fruitori dei versanti alpini ma, spesso, anche esperti rocciatori ed alpinisti. 

Target

I destinatari della campagna sono i frequentatori delle montagne.

Contenuto del messaggio

“In montagna per la tua sicurezza usa sempre la testa! Ricordati di rispettare le regole di comportamento e di consultare il bollettino neve e valanghe”.

Strumenti e mezzi

La campagna ha previsto la diffusione dello spot, televisivo e radiofonico, sulle reti Rai nel periodo invernale. 

Fonte: Ministero della Difesa – Arma dei Carabinieri

Documenti