Campagna di comunicazione "Casa Sicura"

12 Maggio 2017

La Legge di Bilancio 2017 ha stabilizzato fino al 2021 l’agevolazione fiscale che prevede la possibilità di fruire di una significativa detrazione sugli interventi di adeguamento antisismico delle case, degli immobili adibiti ad attività produttive e dei condomini. L’incentivo si incrementa nel caso in cui dagli interventi sull’abitazione (prima e seconda casa), sull’immobile adibito ad attività produttiva o sulle parti comuni dei condomini, derivi una diminuzione di una o due classi di rischio degli edifici.

L’agevolazione persegue, tra l’altro, l’obiettivo di coinvolgere i cittadini nel piano nazionale di valutazione e prevenzione del rischio sismico degli edifici. 

Il 28 febbraio 2017 il  Ministro delle infrastrutture e dei trasporti ha firmato il decreto attuativo recante le linee guida per la classificazione di rischio sismico delle costruzioni nonché le modalità per l'attestazione, da parte di professionisti abilitati, dell'efficacia degli interventi effettuati.  

Per attivare i benefici fiscali occorre fare riferimento, prima e dopo gli interventi, alle Linee guida del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, con le quali si attribuisce ad un edificio una specifica classe di rischio sismico: otto classi,  dalla A+ alla G. Maggiore è il miglioramento antisismico apportato, maggiore sarà la detrazione.

Obiettivi

L’obiettivo primario è portare a conoscenza del maggior numero di cittadini dell’esistenza della misura e quindi della possibilità di poterne usufruirne. Ulteriore obiettivo è evidenziare l’importanza delle attività di messa in sicurezza degli edifici rispetto agli eventi naturali, tra i quali il terremoto.

Target

L’iniziativa si rivolge ad un target primario, costituito dai cittadini residenti nelle zone a rischio sismico 1, 2  e 3 ovvero alta, media e bassa sismicità e ad un target secondario rappresentato da tutti i cittadini (poiché la misura si applica anche per le seconde case), dalle imprese edilizie e gli altri professionisti che si occupano di adeguamento antisismico degli immobili.

Infatti i comuni italian sono suddivisi in 4 zone sismiche:

  • Zona 1 - Sismicità alta: è quella a più alta pericolosità sismica, e comprende i comuni dove si sono registrati i più recenti terremoti;
  • Zona 2 - Sismicità media;
  • Zona 3 - Sismicità bassa:
  • Zona 4 - Sismicità molto bassa, ovvero la meno esposta al verificarsi di eventi sismici e che non è quindi inclusa.

Contenuto dei messaggi

Lo spot televisivo e radiofonico realizzato in computer grafica prevede uno speaker di sottofondo che informa sul contenuto delle agevolazioni. Il messaggio, utilizzando un linguaggio semplice e diretto informa sull’opportunità per il cittadino di mettere in sicurezza gli edifici dove si vive quotidianamente, abitazioni e luoghi di lavoro con interventi strutturali che consentano, allo stesso tempo, di rinnovare l’edificio mediante l’impiego di soluzioni tecniche più adatte a fronteggiare i rischi di calamità naturali, beneficiando di un importante contributo pubblico in forma di agevolazione fiscale.

Strumenti e mezzi

Lo spot è in programmazione sulle reti televisive e radiofoniche RAI& a partire dal 12 maggio 2017.

Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito www.mit.gov.it oppure l'approfondimento "Casa Sicura" su governo.it.

Fonte: Dipartimento per l’informazione e l’editoria e Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti