Governo Andreotti VII

VII Governo Andreotti (12.04.1991
- 24.04.1992)
Coalizione politica: DC - PSI - PSDI
- PLI

X Legislatura
Presidente del Consiglio
Giulio Andreotti
Vice Presidente del Consiglio
Claudio Martelli
Sottosegretari alla Presidenza del Consiglio dei ministri
Adolfo Nino Cristofori, Segretario del Consiglio dei
ministri
Francesco Cimino, Interventi Straordinari nel Mezzogiorno
Carmelo Pujia, Interventi straordinari nel Mezzogiorno
Francesco D'Onofrio, Riforme istituzionali e affari
regionali

Ministri senza portafoglio

Calogero Mannino, Interventi straordinari nel Mezzogiorno

Remo Gaspari, Funzione pubblica
Egidio Sterpa, Rapporti col Parlamento
Pier Luigi Romita, Coordinamento delle politiche comunitarie

Antonio Maccanico, Affari regionali (accettate le dimissioni
con Dpr 17 aprile 1991 poichè non ha prestato
giuramento il 13 aprile 1991 - dal 17-4-1991 delega
al sottosegretario Francesco D'Onofrio)
Nicola Capria, Coordinamento della protezione civile

Rosa Russo Jervolino, Affari sociali
Carmelo Conte, Problemi delle aree urbane
Fermo Mino Martinazzoli, Riforme istituzionali
Margherita Boniver, Italiani all'estero ed immigrazione

Affari esteri

Gianni De Michelis
sottosegretari
Ivo Butini
Claudio Lenoci
Claudio Vitalone
Andrea Borruso
Interno
Vincenzo Scotti
sottosegretari
Saverio D'Aquino
Franco Fausti
Giancarlo Ruffino
Valdo Spini
Grazia e giustizia
Claudio Martelli
sottosegretari
Franco Castiglione
Giovanni Coco
Vincenzo Sorice
Bilancio e programmazione economica
Paolo Cirino Pomicino
sottosegretari
Paolo Fogu
Angelo Picano
Finanze
Salvatore Rino Formica
sottosegretari
Stefano De Luca
Dino Madaudo
Carlo Merolli
Carlo Senaldi
Domenico Susi
Tesoro
Guido Carli
sottosegretari
Mauro Bubbico (fino alla sua morte, dicembre 1991)
Eugenio Tarabini (dal 4/12/1991 al 28/06/1992)

Luigi Foti
Angelo Pavan
Emilio Rubbi
Maurizio Sacconi
Difesa
Virginio Rognoni
sottosegretari
Giuseppe Fassino
Clemente Mastella
Antonio Bruno
Delio Meoli
Pubblica istruzione
Riccardo Misasi
sottosegretari
Beniamino Brocca
Laura Fincato
Savino Melillo
Lavori pubblici
Giovanni Prandini
sottosegretari
Saverio D'Amelio
Francesco Curci
Ettore Paganelli
Giulio Ferrarini
Agricoltura e foreste
Giovanni Goria
sottosegretari
Maurizio Noci
Alessandro Ghinami
Romeo Ricciuti
Trasporti
Carlo Bernini
sottosegretari
Gualtiero Nepi
Giuseppe Lelio Petronio

Giuseppe Santonastaso
Poste e telecomunicazioni
Carlo Vizzini
sottosegretari
Giuseppe Astone
Raffaele Russo
Franco Tempestini
Industria, commercio e artigianato
Guido Bodrato
sottosegretari
Paolo Babbini
Giuseppe Fornasari

Attilio Bastianini
Sanità
Francesco De Lorenzo
sottosegretari
Mariapia Garavaglia
Elena Marinucci
Paolo Bruno
Commercio con l'estero
Vito Lattanzio
sottosegretari
Alberto Rossi
Franco Bonferroni
Marina mercantile
Ferdinando Facchiano
sottosegretari
Giuseppe Demitry
Giovanni Mongiello
Partecipazioni statali
Adolfo Battaglia (accettate le dimissioni con Dpr
17 aprile 1991 poichè non ha prestato giuramento
il 13 aprile 1991 - dal 17-4-1991)
Giulio Andreotti ad interim dal 17-4-1991
sottosegretari:
Sebastiano Montali
Paolo Del Mese
Lavoro e previdenza sociale
Franco Marini
sottosegretari
Gianpaolo Bissi
Graziano Ciocia
Ugo Grippo
Turismo e spettacolo
Carlo Tognoli
sottosegretari
Antonio Muratore

Luciano Rebulla
Beni culturali
Giuseppe Galasso (accettate le dimissioni con Dpr 17
aprile 1991 poichè non ha prestato giuramento
il 13 aprile 1991 - dal 17-4-1991)
Giulio Andreotti ad interim dal 17-4-1991
sottosegretari
Gianfranco Astori
Luigi Covatta
Ambiente
Giorgio Ruffolo
sottosegretari
Piero Mario Angelini
Università e ricerca scientifica
Antonio Ruberti
sottosegretari
Learco Saporito
Giuliano Zoso

Governo Italiano Presidenza del Consiglio dei Ministri