Feed

26 Marzo 2020

Coronavirus, informativa del Presidente Conte al Parlamento

Il Presidente Conte ha tenuto un'informativa in merito all’emergenza Covid-19, mercoledì 25 marzo, alla Camera dei Deputati e, giovedì 26, al Senato della Repubblica.

24 Marzo 2020

Coronavirus, informativa del Presidente Conte al Senato

Il Presidente Conte mercoledì 26 marzo alle ore 10 interverrà al Senato della Repubblica per una informativa in merito all’emergenza Covid-19.

24 Marzo 2020

Coronavirus, informativa del Presidente Conte alla Camera

Il Presidente Conte mercoledì 25 marzo alle ore 18 interverrà alla Camera dei Deputati per una informativa in merito all’emergenza Covid-19.

24 Marzo 2020

Consiglio dei Ministri n. 38, conferenza stampa del Presidente Conte

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha tenuto a Palazzo Chigi una conferenza stampa al termine del Consiglio dei Ministri n. 38.

24 Marzo 2020

Riunione del Consiglio dei Ministri

Il Consiglio dei Ministri è convocato per il 24 marzo 2020, alle ore 14.00, a Palazzo Chigi. 

24 Marzo 2020

Convocazione del Consiglio dei Ministri n. 38

Il Consiglio dei Ministri è convocato per il 24 marzo 2020, alle ore 14.00, a Palazzo Chigi con il seguente ordine del giorno:

24 Marzo 2020

Consiglio dei Ministri n. 38

Si è svolto a Palazzo Chigi il Consiglio dei Ministri. Nel comunicato stampa i provvedimenti adottati. Al termine della riunione il Presidente Conte ha illustrato in conferenza stampa il decreto-legge che introduce misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19.

24 Marzo 2020

Colloquio telefonico Conte - al-Serraj

Il Presidente Conte ha avuto ieri una conversazione telefonica con il Presidente del Consiglio Presidenziale libico, Fayez al-Serraj. Al centro del colloquio l’emergenza sanitaria da Coronavirus

Martedì, 24 Marzo 2020

Lettera a Il Gazzettino

Lettera ai carcerati 
«Sì alla vostra richiesta d'aiuto remiamo tutti insieme» 

di Giuseppe Conte 

Alle donne e uomini degli istituti penitenziari di Padova, Venezia e Vicenza 

Vi ringrazio per il senso civico con il quale avete espresso il vostro pensiero e per la solidarietà che avete mostrato con il vostro gesto di generosa partecipazione. 

La richiesta di aiuto, che accolgo e non sottovaluto, giunge da chi vuole scontare la propria pena rispettando le regole; è la manifestazione di un sentimento di vicinanza, di condivisione, di forte appartenenza alla nostra comunità che, in questo momento, sta lottando strenuamente. 

In particolare, constato il sincero sentimento di riconoscenza manifestato nei confronti della polizia penitenziaria, dei direttori e di tutti gli operatori del settore. Desidero rassicurare voi e tutti i detenuti che il Governo e le istituzioni del Paese stanno profondendo gli sforzi necessari per tutelare, in piena emergenza Coronavirus, la salute di chi lavora e vive dentro gli istituti penitenziari. 

Insieme al ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, abbiamo previsto risorse per dotare il personale che opera nelle carceri degli strumenti di protezione che consentano di svolgere il proprio lavoro senza mettere a repentaglio la propria salute e quella di chi sta scontando la propria pena; abbiamo fatto distribuire e continueremo a far distribuire dispositivi di protezione individuale cercando di soddisfare il più possibile il vostro fabbisogno; abbiamo fatto montare, davanti agli Istituti, le tende per il triage per poter svolgere accertamenti sui detenuti in ingresso e tenere cosi il virus fuori. 

Sono consapevole del peso e dell'impatto che le ulteriori restrizioni imposte a tutti i cittadini hanno anche su di voi e sulla vostra quotidianità. 

Per questo, sono state aumentate le possibilità di svolgere colloqui a distanza, attraverso gli strumenti messi a disposizione dalla tecnologia: oltre alle normali telefonate, di cui sono stati elevati i limiti di durata, sono state previste anche videochiamate gratuite mediante l'uso di Skype o di apparecchi di telefonia mobile.

Il Governo e tutte le istituzioni, da quelle centrali a quelle più periferiche, sono mobilitate per arginare l'epidemia, affrontarla con tutte le forze e le risorse a nostra disposizione e arrivare a sconfiggerla definitivamente. Solo cosi, lavorando tutti assieme e remando tutti nella stessa direzione, possiamo pensare di uscire da questa situazione così critica. 

23 Marzo 2020

Campagna di comunicazione “Fai anche tu la tua parte. Resta a casa”.

Prosegue la campagna di informazione e sensibilizzazione sull’emergenza sanitaria legata al Coronavirus.

Obiettivi

L’obiettivo della campagna è promuovere comportamenti virtuosi da parte dei singoli cittadini, anche se apparentemente irrilevanti, in particolare restare a casa per limitare la diffusione dell’epidemia.

Target

Tutta la popolazione.

Governo Italiano Presidenza del Consiglio dei Ministri