Superamento del dissenso su provvedimenti concernenti settori specifici - Infrastrutture e insediamenti produttivi

Procedura per l’adozione del provvedimento di compatibilità ambientale per i progetti concernenti la realizzazione di infrastrutture e insediamenti produttivi in caso di motivato dissenso del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare o del Ministro per i beni e le attività culturali e il turismo, a norma dell’articolo 183, comma 6, del decreto legislativo n. 163 del 2006.

L’articolo 183, comma 6, del decreto legislativo 12 aprile 2006, n.163, recante Codice dei contratti - nel testo previgente all’abrogazione disposta dall’articolo 217, comma 1, del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, recante il (nuovo) Codice dei contratti pubblici - disciplina le “procedure” applicabili alle valutazioni di impatto ambientale delle grandi opere, disponendo che “Il provvedimento di compatibilità ambientale è adottato dal CIPE, contestualmente all'approvazione del progetto preliminare. In caso di motivato dissenso del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio o del Ministro per i beni e le attività culturali, l'adozione del provvedimento di compatibilità ambientale è demandata al Consiglio dei ministri…”. La disposizione è ancora applicabile ai procedimenti riguardanti gli interventi ricompresi tra le infrastrutture strategiche già inseriti negli strumenti di programmazione approvati e per i quali la procedura di valutazione di impatto ambientale sia stata già avviata alla data di entrata in vigore del nuovo codice dei contratti pubblici.


Per saperne di più

Governo Italiano Presidenza del Consiglio dei Ministri