Concessione di un riconoscimento ai congiunti degli infoibati - Fase istruttoria

L’istruttoria per la concessione del riconoscimento è svolta dal Dipartimento per il coordinamento amministrativo della Presidenza del Consiglio dei ministri, che si avvale del supporto di un apposito Gruppo di lavoro, istituito presso lo stesso Dipartimento, con decreto del Segretario Generale del 24 giugno 2013, il cui funzionamento è stato prorogato con decreto del 30 maggio 2016, in conseguenza dell’anzidetta proroga del termine di presentazione delle domande di concessione del riconoscimento.

Il Gruppo di lavoro, del quale fanno parte il Consigliere militare del Presidente del Consiglio dei ministri, il Capo dell’Ufficio storico presso lo Stato Maggiore dell’Esercito ed un rappresentante del Ministero dell’interno – con la possibilità di estendere la partecipazione ai Capi degli Uffici storici della Marina Militare, dell’Aeronautica Militare, dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, ovvero ad esperti segnalati dalle associazioni degli esuli istriani, giuliani e dalmati, ove si renda opportuno in relazione alla tipologia delle istanze – ha il compito di esprimere un parere sulle istanze presentate per la concessione del riconoscimento.

A conclusione dell’istruttoria svolta con il supporto del Gruppo di lavoro, la Presidenza del Consiglio dei ministri predispone ogni anno lo schema di decreto del Presidente della Repubblica di concessione delle onorificenze e provvede altresì, agli adempimenti connessi sia alla realizzazione delle medaglie e dei diplomi da parte dell'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, sia alla organizzazione della cerimonia di consegna dei riconoscimenti agli insigniti, che ha luogo il 10 febbraio di ciascun anno, nella ricorrenza del “Giorno del Ricordo”, presso una specifica sede istituzionale (il Palazzo del Quirinale, una sala del Senato della Repubblica o della Camera dei deputati)  e presso le Prefetture di residenza degli insigniti.

Nell'ambito di tale procedimento il Servizio assicura la costante comunicazione e supporto agli interessati per fornire informazioni e chiarimenti sia in relazione alla presentazione delle istanze ed allo stato dell’istruttoria, sia riguardo alla partecipazione alla cerimonia del 10 febbraio. 

Documentazione


Per saperne di più

Governo Italiano Presidenza del Consiglio dei Ministri