Servizio per le attività di indirizzo, per il monitoraggio e per gli interventi speciali

Coordinatore del Servizio: Dott. Luigi Capogna 
Telefono: 06/6779 2807
PEC: segreteria.dica@mailbox.governo.it; commissione.accesso@mailbox.governo.it  
Email: l.capogna@governo.it

Il Servizio si occupa di: 

Supporto tecnico-amministrativo alla Commissione per l’Accesso ai Documenti Amministrativi di cui all’articolo 27 della Legge 7 agosto 1990 n. 241

La Commissione per l’accesso, attraverso la propria opera interpretativa delle regole in materia di accesso ai documenti e attraverso la decisione dei ricorsi amministrativi presentati dai cittadini ai sensi dell’articolo 25, comma 4 della legge n.241/’90 contro i dinieghi di accesso delle amministrazioni centrali e periferiche dello Stato, promuove la diffusione negli uffici pubblici della cultura della trasparenza e della piena visibilità dei documenti amministrativi.

Concessione delle Borse di studio per le vittime del dovere, della criminalità organizzata e del terrorismo ai sensi della Legge 23 novembre 1998, n.407 e del D.P.R. 5 maggio 2009, n. 58

Il D.P.R. 5 maggio 2009, n.58, all’articolo 2, prevede l’assegnazione - in favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata, nonché degli orfani e dei figli delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata, delle vittime e dei superstiti, figli e orfani, delle vittime del dovere - di trecento borse di studio dell’importo di 400 euro ciascuna, destinate agli studenti della scuola elementare e media inferiore; di trecento borse di studio dell’importo di 800 euro ciascuna, destinate agli studenti della scuola media superiore; di centocinquanta borse di studio dell’importo di 3.000 euro ciascuna destinate agli studenti universitari e di cinquanta borse di studio dell’importo di 3.000 euro ciascuna destinate agli studenti delle scuole di specializzazione. Una percentuale pari al dieci per cento delle borse di studio è riservata ai soggetti con disabilità, di cui alla Legge 5 febbraio 1992, n.104 e successive modificazioni.

Adempimenti relativi all’esercizio del diritto di sciopero nei settori inerenti i servizi pubblici essenziali - Legge 12 giugno 1990, n.146

Ad ogni rinnovo della compagine governativa, sono emanati, da parte del Presidente del Consiglio dei Ministri, due decreti, mediante i quali il Ministro senza portafoglio o il Sottosegretario delegato in materia di pubblica amministrazione ed i ministri competenti per materia – rispettivamente per i casi di sciopero con astensione collettiva dal lavoro riguardanti i dipendenti delle amministrazioni pubbliche e per i casi di sciopero da parte di lavoratori dipendenti dei settori privati – esercitano le funzioni ed i poteri demandati al Presidente del Consiglio dei ministri e relativi all’attuazione della Legge 12 giugno 1990, n.146

Bollettino annuale inerente la pubblicità della situazione patrimoniale dei titolari di cariche direttive ai sensi della legge n.441/’82 

L’articolo 12 della legge n. 441 del 1982 stabilisce che presidenti, vicepresidenti e amministratori delegati di determinati enti sono tenuti a trasmettere alla Presidenza del Consiglio dei Ministri le dichiarazioni patrimoniali di cui agli articoli 2, 3, 4 e 6 della stessa legge (dichiarazione concernente i diritti reali su beni immobili e su beni mobili iscritti in pubblici registri; le azioni di società; le quote di partecipazione a società; l'esercizio di funzioni di amministratore o di sindaco di società, la copia della dichiarazione dei redditi) I dati raccolti sono pubblicati negli appositi bollettini annuali, redatti a cura del Dipartimento, sia in forma cartacea che in forma elettronica. I suddetti bollettini sono inviati a tutte le Prefetture e sono resi disponibili per la consultazione di tutti i cittadini iscritti nelle liste elettorali per le elezioni della Camera dei deputati.

Funzionari referenti 

  • Stefano Mignogna 
    Telefono: 06 6779.3729
  •  Gaspare Allegra
    Telefono: 06 6779.4148

Istruttoria dei Ricorsi straordinari al Capo dello Stato

E curata dal servizio l’istruttoria dei straordinari al Capo dello Stato per i quali si provvede ad individuare il Ministero competente per materia cui trasmettere gli atti per la trattazione e, nei casi di competenza residuale in capo alla Presidenza del consiglio dei Ministri e al Dipartimento, a redigere la relazione preliminare all’acquisizione del parere vincolante del Consiglio di Stato, oltre che a curare, successivamente, la redazione della bozza di decreto di decisione da sottoporre alla firma del Presidente della Repubblica

Funzionari referenti 

  • Luigi Solito
    Telefono: 06 6779.6726
  • Elisabetta Breccia
    Telefono: 06 6779.4259

Per saperne di più