In Sardegna il terzo CIS: reali opportunità di crescita e di occupazione

2 Ottobre 2019

Il Presidente del Consiglio Conte con l’Ad di Invitalia Arcuri a Cagliari per avviare il CIS

Oggi, a Cagliari, il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, il Consigliere per il Sud del Presidente, Gerardo Capozza,  e l’Amministratore delegato di Invitalia, Domenico Arcuri hanno incontrato i rappresentanti delle istituzioni locali della provincia di Cagliari e della Sardegna del Sud.

Su iniziativa del Presidente Conte, a partire da febbraio, si sono svolti diversi incontri tra la Presidenza del Consiglio, Invitalia e gli attori del territorio con l’obiettivo di promuovere il Contratto istituzionale di Sviluppo per la Città Metropolitana di Cagliari e la Provincia del Sud Sardegna. 

“A seguito di questi incontri, siamo in grado di affermare che esistono le condizioni preliminari perché venga avviato Il Contratto istituzionale di sviluppo anche su questo territorio”, ha annunciato, nel corso dell’incontro , l’Ad di Invitalia Domenico Arcuri. 
I risultati raggiunti risultano essere molto incoraggianti. Sono infatti 516 le proposte di intervento presentate. Il 40% punta allo sviluppo del settore turistico, a una maggiore fruibilità del patrimonio archeologico, culturale e alla valorizzazione delle risorse naturali del territorio; il 16% mira a rafforzare la competitività produttiva locale come fattore di crescita economica e occupazionale; il 32% riguarda progetti infrastrutturali e di potenziamento dei collegamenti.

“Anche per il CIS sardo, come già successo per la Capitanata e per il Molise - afferma il Presidente Giuseppe Conte - è stato utilizzato un metodo nuovo, in assoluta discontinuità con il passato che voleva i territori meri ricettori di interventi e progetti decisi a livello centrale. La novità, oggi, è innanzitutto nel coinvolgimento immediato degli attori locali che possono direttamente avanzare le proposte nate da una reale conoscenza delle esigenze e delle istanze del territorio”. 

Sarà quindi Invitalia a raccoglierle e a definirne al meglio i profili strategici. Solo dopo, il Tavolo istituzionale di sviluppo che includerà anche le amministrazioni centrali interessate, selezionerà i progetti da realizzare. 

Al termine di questo percorso sarà infine possibile per il CIPE stanziare le risorse finanziarie necessarie per procedere alla realizzazione dei progetti.

Dopo il CIS Capitanata, sottoscritto a Foggia il 13 agosto, e il CIS Molise, in firma nei prossimi giorni, anche la Città Metropolitana di Cagliari e la Provincia del Sud Sardegna - con l’emanazione prevista a breve del DPCM che istituirà il Contratto Istituzionale di Sviluppo - iniziano un percorso di accelerazione delle opportunità di crescita che verrà attuato da Invitalia, l’Agenzia per lo sviluppo del Governo.

“In poche settimane, quindi, questa area del Paese verrà dotata dei presupposti normativi, progettuali e finanziari per ridurre il divario che la separa con il resto del Paese e diverrà teatro di interventi concreti per il suo sviluppo” prosegue il Presidente Conte.