Riunione del Comitato Interministeriale per le politiche spaziali e aerospaziali

19 Luglio 2019

Si è svolta ieri, giovedì 18 luglio, a Palazzo Chigi, la quinta riunione del Comitato interministeriale per le politiche relative allo spazio e all’aerospazio, cui partecipano 12 Ministri e il Presidente della Conferenza delle Regioni. I lavori della riunione, presieduta dal sottosegretario Giorgetti, sono stati avviati dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, il quale ha espresso il proprio apprezzamento per l’azione svolta dal Comitato e dalla sua Struttura di coordinamento.

In particolare, è stata sottolineata l'importanza della recente definizione degli “Indirizzi del Governo in materia spaziale ed aerospaziale” quale primo documento di indirizzo politico nel settore spaziale.
Alla riunione ha partecipato per la prima volta il presidente dell’Agenzia spaziale italiana, ing. Giorgio Saccoccia, subentrato di recente al commissario straordinario Piero Benvenuti.
Il Comitato ha approvato il documento di Strategia nazionale di sicurezza per lo spazio e ha designato, inoltre, cinque dei sette membri del Consiglio tecnico-scientifico dell’Agenzia spaziale italiana, mentre i restanti due saranno nominati dal presidente dell’Agenzia, e ha affrontato la preparazione nazionale al Consiglio ministeriale dell’Agenzia spaziale europea di novembre.

Il Comitato ha anche accolto, con favore, la recente costituzione dell’Intergruppo parlamentare per l’aerospazio, che ha come obiettivo quello di sensibilizzare il Parlamento in modo trasversale, sia attraverso le commissioni sia attraverso i gruppi politici, ai temi dell'aerospazio italiano e intende avviare delle attività finalizzate a coinvolgere l’Intergruppo sulle tematiche di interesse e in corso di trattazione.
Infine, il Comitato ha ribadito il proprio pieno supporto all’industria Avio, in merito al recente incidente occorso al lanciatore Vega – vettore europeo dedicato al lancio di piccoli satelliti, realizzato da Avio nell’ambito di un progetto dell’Agenzia spaziale europea – che ha sofferto la prima anomalia in volo dopo 14 successi consecutivi.