Al via le misure per la patrimonializzazione delle PMI

21 Settembre 2020

Sono operative le misure per la patrimonializzazione delle PMI, introdotte dal Governo nel Decreto Rilancio, che hanno l’obiettivo di sostenere le imprese che necessitano di un aumento di capitale per fronteggiare le difficoltà determinate in questi mesi dall’emergenza Covid.

Le misure sono state presentate il 16 settembre nel corso di una conferenza stampa a cui hanno preso parte i Ministri Roberto Gualtieri e Stefano Patuanelli, e l’Amministratore delegato di Invitalia Domenico Arcuri; è stato firmato il decreto attuativo del programma denominato “Pari Passu”, che prevede incentivi sotto forma di credito d’imposta per gli aumenti di capitale effettuati dalle imprese, e istituito il "Fondo Patrimonio PMI" per il co-investimento da parte dello Stato, che potrà contare su una dotazione iniziale di 4 miliardi e che verrà gestito da Invitalia.

Sono destinate a società di capitali o cooperative (ad esclusione di quelle che operano nei settori bancario, finanziario e assicurativo) che abbiano sede legale in Italia, con ricavi compresi fra 5 e 50 milioni di euro, e che abbiano subito una riduzione complessiva dei ricavi nei mesi di marzo e aprile 2020 pari ad almeno il 33% rispetto al medesimo periodo dell'anno precedente e che per questo motivo abbiano deliberato ed eseguito un aumento di capitale, dopo l'entrata in vigore del decreto Rilancio, il 19 maggio 2020, ed entro il 31 dicembre 2020.

Sul sito di Invitalia il modello per la presentazione della domanda e la documentazione richiesta ai fini dell’accesso alla misura. Informazioni dettagliate sui siti del Ministero dello Sviluppo economico e del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Fonte: Ministero dello Sviluppo economico - Ministero dell’Economia e delle Finanze

 

 

Governo Italiano Presidenza del Consiglio dei Ministri