Contratti istituzionali di sviluppo

Molise, Basilicata e Cagliari

In relazione al Contratto istituzionale di sviluppo per il Molise, lunedì 15 aprile il Presidente del Consiglio Conte è stato a Campobasso, dove è intervenuto ad un incontro presso la Prefettura con le Istituzioni locali, i rappresentanti regionali delle associazioni di categoria del comparto economico e le organizzazioni sindacali.

Dopo settimane di continuo confronto, non solo politico ma soprattutto tecnico tra i rappresentanti dei Ministeri competenti, le Istituzioni e gli stakeholders locali, l'8 maggio il Presidente Conte ha firmato il decreto che istituisce il Tavolo istituzionale del Contratto di Sviluppo per la regione del Molise, i cui lavori porteranno all'approvazione definitiva dei progetti proposti da Comuni, associazioni, imprese, consorzi (potenziamento della rete viaria, della valorizzazione del turismo, dei beni culturali e delle risorse naturali). La prima riunione del Tavolo si è tenuta il 22 maggio a Palazzo Chigi, la seconda il 13 giugno ed è stata l’occasione per fare il punto, insieme all’Amministratore delegato di Invitalia, Domenico Arcuri, sulle proposte di progetto presentate dalle amministrazioni e dagli stakeholders locali. Il 9 luglio, durante la terza riunione, sono stati presentati i maggiori ambiti di intervento del primo gruppo di progetti, con i quali viene concretamente avviato il Contratto istituzionale di Sviluppo del Molise. Si tratta di 66 progetti immediatamente realizzabili che verranno avviati con i 220 milioni di euro del Fondo di sviluppo e coesione e deliberati dal Cipe. Ben 36 stakeholders: trenta comuni del Molise tra cui i due capoluoghi, le Province di Campobasso e Isernia, due associazioni e l’Università del Molise sono tra quanti hanno proposto gli interventi.

“Una risposta straordinaria - ha detto il Presidente Conte -  dietro la quale c’è una reale e concreta volontà di concorrere alla crescita di una terra dall’alto potenziale di sviluppo, attraverso il potenziamento delle infrastrutture e la valorizzazione degli investimenti nell’industria, nel turismo e nella cultura".

Con l'obiettivo di promuovere i piani di crescita del territorio e favorire investimenti per dare sostegno a tutto il tessuto produttivo locale, già lo scorso febbraio il Presidente Conte è stato in visita in Molise (Campobasso), Basilicata (Potenza) e a Cagliari . 

“È una strategia di sviluppo integrata ma sicuramente non è un progetto che vuole calarsi dall’alto. Il governo centrale ha la funzione di stimolare l’elaborazione di progetti locali, radicati nel territorio, sostenibili, plausibili e da questo punto di vista faremo di tutto attraverso questo contratto di progetto per incrementare la crescita economica e lo sviluppo del territorio”, ha detto Conte nel corso della sua visita a Campobasso dell'11 febbraio.

A breve saranno firmati anche i decreti di istituzione dei Tavoli per la Basilicata e per Cagliari.

Pubblicato il: 15 Aprile 2019
Aggiornato il: 10 Luglio 2019