Angelino Alfano

Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale

Angelino Alfano è nato ad Agrigento il 31 ottobre 1970, è coniugato e ha due figli.

Laureato all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, è Avvocato e Dottore di ricerca in Diritto dell’impresa presso l’Università degli studi di Palermo.

È giornalista pubblicista, dal 1989, avendo collaborato con numerose testate regionali e nazionali. 

Nel 1994 viene eletto consigliere provinciale nel collegio di Agrigento, svolge la funzione di Presidente della commissione Affari Generali ed è il coordinatore del “Polo delle Libertà” in seno al Consiglio Provinciale. 

A 25 anni è eletto deputato all’Assemblea Regionale Siciliana, risultando il più giovane componente. Presiede il gruppo parlamentare di Forza Italia all’Ars dal 1998 al 2001.

Nel 2001 è eletto deputato al Parlamento Italiano nella circoscrizione Sicilia occidentale, nella lista di Forza Italia. È componente: 

  • della Commissione Bilancio, Tesoro e Programmazione dal 20 giugno 2001 al 27 aprile 2006, presso la quale è relatore di numerosi provvedimenti; 
  • della Commissione parlamentare per le questioni regionali dall’11 luglio 2001 al 27 aprile 2006; 
  • della Commissione parlamentare di inchiesta sull’affare Telekom-Serbia dal 1° luglio 2002 all’8 settembre 2004. 

Membro del Comitato per la Legislazione dal 17 luglio 2001, segretario dal 26 aprile 2002 al 25 agosto 2005 e Vice Presidente da agosto 2005 ad aprile 2006.

Nel 2002 è Dirigente Nazionale del Dipartimento Politiche del Mezzogiorno di Forza Italia. È relatore della Legge finanziaria e di bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2003 e bilancio pluriennale per il triennio 2003-2005. 

Nel febbraio del 2005 viene nominato coordinatore regionale di Forza Italia per la Regione Sicilia, incarico dal quale si dimette il 7 maggio 2008, a seguito della nomina a Ministro della Giustizia nel Governo Berlusconi IV. 

Nel 2006 è rieletto deputato al Parlamento Italiano, circoscrizione Sicilia occidentale, nella lista di Forza Italia. 

Dal 6 giugno 2006 al 28 aprile 2008 è componente della Commissione bilancio, tesoro e programmazione.

Nella XVI Legislatura è rieletto deputato al Parlamento Italiano nella lista del Popolo della Libertà. Il 7 maggio 2008 viene nominato Ministro della Giustizia. È il più giovane Guardasigilli nella storia della Repubblica Italiana. 

Da Ministro della Giustizia ha partecipato a numerosi incontri internazionali : 

  • è stato membro del Consiglio dell’ Unione Europea per il settore della Giustizia e Affari Interni; 
  • nel Maggio del 2009 ha presieduto il G8 Giustizia a Roma;
  • il 31 Maggio 2010 ha partecipato, a Kampala (Uganda), alla Conferenza di revisione dello statuto della Corte Penale Internazionale (CPI) rappresentando la posizione italiana; 
  • nel giugno del 2010 ha rappresentato la posizione italiana su “crimine organizzato transnazionale” intervenendo all’ Assemblea Generale delle Nazioni Unite (ONU).

Eletto Segretario Politico del Popolo della Libertà il 1° luglio 2011, lascia l’incarico di ministro della Giustizia, il 27 luglio 2011, per dedicarsi al partito. 

Alle elezioni politiche del 2013 è capolista del Popolo della Libertà alla Camera dei Deputati nelle circoscrizioni: Sicilia 1, Lazio 1, Piemonte 1 e Piemonte 2. 

Il 27 febbraio 2013 è rieletto Deputato al Parlamento Italiano per il Popolo della Libertà, dal 28 aprile 2013 a Febbraio 2014 , è Ministro dell’Interno e Vice Presidente del Consiglio dei Ministri nel Governo Letta. 

Da Luglio 2013 è Presidente della Fondazione De Gasperi. 

Nel Novembre 2013 fonda il Nuovo Centrodestra di cui è Leader. 

Dal 22 febbraio 2014 ha ricoperto la carica di Ministro dell’Interno del Governo Renzi. 

Fonte: staff del ministro