Presentazione strategia nazionale per il rilancio delle aree interne

8 Luglio 2015

“Il governo ritiene che sviluppare la strategia delle aree interne sia un interesse nazionale, perché valorizza le peculiarità del nostro Paese, sia in termini di patrimonio culturale che di attività economiche e culturali locali”. Lo ha detto questa mattina a Palazzo Chigi il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti, presentando la strategia nazionale per il rilancio delle aree interne, le zone del Paese più distanti dai grandi centri di agglomerazione e di servizio e caratterizzate da traiettorie di sviluppo instabili. Queste aree coprono circa il 30,6 per cento del territorio nazionale, lontano più di 40 minuti (talora più di 80) da centri che offrono un sistema completo di servizi di base (scuola, salute e mobilità). Ci vive il 7,6 per cento della popolazione italiana (4 milioni e mezzo di cittadini).

 

La strategia prevede nel prossimo decennio interventi destinati a ripristinare le condizioni di cittadinanza e al recupero demografico e per la sua attuazione sono stati stanziati complessivamente 680 milioni di euro, tra risorse nazionali (180 milioni nelle leggi di Stabilità 2014 e 2015) e regionali (500 milioni, una quota dei quali derivata dai fondi europei). “Sperimentiamo questa strategia su 57 aree progetto – ha spiegato il Sottosegretario – per fare in modo che d’ora in poi l’intervento ordinario possa garantire il loro sviluppo”.

Alla conferenza stampa erano presenti anche l’ex ministro per la Coesione Territoriale Fabrizio Barca, il capo del Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione economica della Presidenza del Consiglio Vincenzo Donato, la direttrice dell’Agenzia per la Coesione Territoriale Maria Ludovica Agrò, la coordinatrice del Comitato tecnico aree interne Sabrina Lucatelli e l’amministratore delegato di Invitalia Domenico Arcuri.

Per saperne di più è possibile consultare la sezione dedicata alle aree interne del sito del Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione economica www.dps.gov.it/it/arint.

Governo Italiano Presidenza del Consiglio dei Ministri