Libia e immigrazione, comunicato di Palazzo Chigi

04 Settembre 2018

Nel corso della riunione di oggi su immigrazione e Libia, abbiamo preso atto positivamente dell’impegno dei ministri degli Esteri - assunto a Vienna il 31 agosto scorso - di trovare una soluzione comune per distribuire le persone salvate in mare tra i vari Stati membri. Anche in vista del vertice dei Capi di Stato e di governo del 20 settembre a Salisburgo, la priorità dell’Italia resta quella di ottenere più fondi nel bilancio dell’Unione europea - rispetto a quelli attualmente previsti - per gli interventi di sviluppo socio-economico dei Paesi da cui partono i migranti. L’obiettivo è creare le condizioni per ridurre le partenze.

Il governo è soddisfatto per i risultati fin qui ottenuti e l’Italia si sta anche battendo affinché siano resi più efficaci gli accordi bilaterali per il rimpatrio nei Paesi di origine di coloro che non hanno diritto d’asilo. Sono stati inoltre definiti alcuni dettagli sulla Conferenza sulla Libia che si terrà in Italia nel mese di novembre. Il governo resta estremamente concentrato nel seguire gli sviluppi in atto in Libia con l’auspicio di un superamento delle attuali tensioni.