La sede della Conferenza

The venue of the Conference

Sarà Palermo, capoluogo della Sicilia e attuale Capitale italiana della Cultura, a ospitare la Conferenza per la Libia che si terrà il 12 e 13 novembre 2018.

Fondata come Ziz (fiore) dai Fenici. Prima città greca e romana, poi capitale araba, in seguito conquistata da Normanni e Svevi, Palermo è un luogo in cui convivono la preziosità arabesca e normanna, il gusto barocco e liberty di monumenti, palazzi e teatri, ma anche dei giardini e dei mercati.

Al centro del Mediterraneo, crocevia tra Oriente e Occidente, è stata approdo di popoli, lingue e religioni diverse fra loro che hanno contribuito a rafforzare l’identità di questo popolo, fortemente orgoglioso ma cordiale e caloroso. Un’identità che nel tempo ha saputo diventare emblema della coesistenza tra culture diverse, amicizia tra i popoli e innata ospitalità.

Villa Igiea

È a un passo dal centro di Palermo ed è situata in posizione privilegiata sul mare, proprio difronte al porto con alle spalle il monte Pellegrino. 
Inizialmente ideata come villa privata, l'edificio costruito alla fine dell'Ottocento fu acquistato dalla famiglia Florio che ne affidò il restauro, realizzato in stile Liberty, all’architetto Ernesto Basile. L’architettura è eclettica con reminiscenze neogotiche volute dalla famiglia committente. All’interno vi sono ancora gli affreschi originali realizzati durante la Belle Epoque e alcuni degli arredi originari.

 

Palermo, the regional capital of Sicily and the current Italian Capital of Culture, will host the Conference for Libya to be held on 12th and 13th November 2018.

Founded as Ziz (flower) by the Phoenicians. Originally a Greek and Roman city, then Arab capital, later conquered by Normans and Swabians, Palermo is a place where Arab and Norman preciousness coexist, together with a baroque and Art Nouveau taste of monuments, palaces and theatres, gardens and markets.

At the center of the Mediterranean, a crossroads between East and West, it has been the landfall of different people, languages ​​and religions that have helped to strengthen the identity of this people, strongly proud but cordial and friendly at the same time. An identity that over time has become an emblem of coexistence between different cultures, friendship between peoples and innate hospitality.

Villa Igiea

Very close to the center of Palermo, it is situated in a privileged position on the sea, right in front of the port with Mount Pellegrino behind it.

Initially designed as a private house, the building built at the end of the 19th century was bought by the Florio family which entrusted the architect Ernesto Basile with its restoration, in Liberty style. The architecture is eclectic with neo-gothic reminiscences desired by the client family. Inside there are still the original frescoes made during the Belle Epoque and some of the original furnishings.