Il Presidente Conte riceve l'Alto commissario ONU per i Rifugiati

13 Settembre 2018

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha incontrato questa mattina a Palazzo Chigi l’Alto commissario per i Rifugiati, Filippo Grandi. L’incontro ha registrato forte interesse e disponibilità alla collaborazione tra Italia e UNHCR nella protezione dei rifugiati. Il Presidente Conte ha rinnovato a Grandi il convinto impegno italiano a uno sforzo internazionale condiviso e coordinato tra Stati e Organizzazioni Internazionali, per una gestione di flussi migratori strutturale, anziché emergenziale, e capace pertanto di contenere i flussi stessi verso il nostro Paese, assicurando piena dignità ai rifugiati.

Al cuore della collaborazione tra l’Italia e l’Alto Commissariato ONU per i Rifugiati c’è l’impegno al miglioramento della protezione internazionale dei rifugiati. Un impegno che, come sottolineato durante l’incontro, passa anche attraverso un contrasto più efficace dei traffici illegali e che va esteso alla Libia e ad altri Stati di transito e di origine. 

Il Presidente Conte, inoltre, ha espresso a Filippo Grandi la volontà e la necessità di continuare a lavorare insieme, sia nei Paesi di transito che nella definizione di un meccanismo europeo stabile di gestione dei flussi migratori, che il Governo italiano considera essenziale per tradurre in fatti le decisioni dell’ultimo Consiglio europeo. 
Il ruolo dell’Alto Commissariato ONU per i Rifugiati (così come quello di Oim) può essere infatti di grande importanza per tutte le fasi di questo meccanismo europeo, ovvero sbarco, redistribuzione, rimpatri. 

Il Presidente Conte ha infine condiviso con Filippo Grandi, l’obiettivo di un governo sostenibile dei flussi migratori di respiro globale, nella prospettiva di promozione “Global Compact per i Rifugiati”, uno dei due Global Compact (con quello sui migranti economici) intorno ai quali l’ONU intende a dicembre coagulare un consenso internazionale sulla gestione della migrazione.