Il Governo incontra le parti sociali del Piemonte

05 Dicembre 2018

“Questa mattina abbiamo avuto un incontro lungo e proficuo con una delegazione di rappresentanti delle associazioni di categoria e delle parti sociali torinesi. C’è stato uno scambio di vedute sul quadro economico e sociale del territorio e delle comunità locali, con particolare attenzione al progetto Tav Torino-Lione. Abbiamo ascoltato le istanze di tutti i partecipanti e le loro ragioni favorevoli alla realizzazione dell’opera.
Nel corso dell’incontro abbiamo ricordato che è in atto un’analisi tecnica costi-benefici, puntuale e non ideologizzata, e che al termine di questa istruttoria si tireranno le fila. Riteniamo però cruciale che le opere da realizzare siano sempre rispondenti alle esigenze del Paese e dei territori, fatte secondo elevati standard di sicurezza e nel rispetto dell’ambiente.
Abbiamo inoltre convenuto che il gruppo di esperti del Ministero che sta svolgendo l’analisi costi-benefici sarà integrato con la nomina di un loro esperto, in maniera che possa partecipare allo svolgimento delle riunioni. Stessa cosa avverrà con un rappresentante dei movimenti No Tav, che incontreremo prossimamente. Abbiamo inoltre ribadito l’impegno ad agire in tempi congrui ma celeri.
Trasparenza, ascolto, equilibrio e approccio pragmatico sono le parole chiave che caratterizzano la nostra azione, così come è stato sino ad oggi e sarà anche per tutte le altre opere infrastrutturali nazionali. 
Questo Governo vuole lanciare un segnale di attenzione a Torino ed è in campo per rilanciare l’economia e il tessuto produttivo di tutto il territorio, con investimenti e sostegno alle imprese”.

È quanto dichiarano in una nota congiunta il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, il Ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, e il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, dopo l'incontro avuto a Palazzo Chigi, a cui ha partecipato anche il Vice Ministro Laura Castelli.