Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n.7

27 Giugno 2018

Il Consiglio dei ministri si è riunito oggi, mercoledì 27 giugno 2018, alle ore 19.05 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente Giuseppe Conte. Segretario il Sottosegretario alla Presidenza Giancarlo Giorgetti.

*****

FATTURAZIONE ELETTRONICA

Proroga del termine di entrata in vigore degli obblighi di fatturazione elettronica per le cessioni di carburante (decreto legge)

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte e del Ministro dell’economia e delle finanze Giovanni Tria, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico Luigi Di Maio e con il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti Danilo Toninelli, ha approvato un decreto legge che introduce disposizioni urgenti relativamente agli obblighi di fatturazione elettronica per le cessioni di carburante.

In particolare, il provvedimento rinvia al 1° gennaio 2019 l’entrata in vigore dell’obbligo, previsto dalla legge di bilancio 2018 (legge 27 dicembre 2017, n. 205), della fatturazione elettronica per la vendita di carburante a soggetti titolari di partita IVA presso gli impianti stradali di distribuzione, in modo da uniformarlo a quanto previsto dalla normativa generale sulla fatturazione elettronica tra privati.

*****

RENDICONTO GENERALE 2017 E ASSESTAMENTO DI BILANCIO 2018

Rendiconto generale dell’Amministrazione dello Stato per l’esercizio finanziario 2017 e Disposizioni per l'assestamento del bilancio dello Stato e dei bilanci delle Amministrazioni autonome per l'anno finanziario 2018 (disegni di legge)

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro dell’economia e delle finanze Giovanni Tria, ha approvato due disegni di legge relativi, rispettivamente, al Rendiconto generale dell’Amministrazione dello Stato per il 2017, parificato dalla Corte dei conti nell’udienza a Sezioni riunite tenutasi il 26 giugno 2018, e all’assestamento del bilancio di previsione dello Stato e dei bilanci delle Amministrazioni autonome per l’anno finanziario 2018.

Il Rendiconto prende atto dei risultati conseguiti nel decorso esercizio, nell’evoluzione dei conti pubblici. Il Rendiconto generale dello Stato viene presentato nelle sue componenti del Conto del bilancio e del Conto del patrimonio.

Il saldo netto da finanziare per la competenza dell’anno, in termini di accertamenti e impegni, al netto delle regolazioni contabili e debitorie, risulta pari a -25.236 milioni di euro, derivante da entrate finali accertate per 557.210 milioni di euro e da spese finali impegnate per 582.446 milioni di euro; l’avanzo primario si cifra in 45.343 milioni di euro.

Entrambi i saldi denotano un sensibile miglioramento rispetto alle previsioni iniziali stabilite con la legge di bilancio 2017.

I dati del provvedimento recepiscono l’effetto del quadro macroeconomico contenuto nel DEF. In particolare si registrano una diminuzione di circa 3,5 miliardi di euro delle entrate tributarie e un aumento delle entrate extra-tributarie di circa 2,7 miliardi di euro.

Le spese evidenziano una diminuzione di circa 3,6 miliardi di euro, dovuta essenzialmente alla contrazione della spesa per interessi del debito pubblico per circa 3,2 miliardi di euro già scontata nei tendenziali del DEF.

L’assestamento del bilancio, in termini di competenza, mostra un miglioramento di circa 2,5 miliardi di euro del saldo netto da finanziare che pertanto si colloca nell’ordine di -43,8 miliardi di euro circa.

Sono complessivamente neutrali sull’indebitamento netto gli effetti delle variazioni in entrata e in spesa proposte con il disegno di legge di assestamento per l’anno 2018.

****

GOLDEN POWER

Il Consiglio dei ministri ha deliberato di non esercitare i poteri speciali e di consentire il decorso dei termini temporali in relazione all’operazione di acquisizione dell’intero capitale sociale della società ENTER S.r.l., da parte della società IRIDEOS S.p.a. (settore energia, trasporti e comunicazioni).

*****

DELIBERAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE

Il Consiglio dei ministri ha deliberato la dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza degli eventi meteorologici che si sono verificati il 7 giugno scorso nel territorio dei Comuni di Bussoleno, di Chianocco e di Mompantero, in provincia di Torino.

*****

SCIOGLIMENTO DI CONSIGLI COMUNALI

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro dell’interno Matteo Salvini, a norma dell’articolo 143 del Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali (TUEL), ha deliberato lo scioglimento del Consiglio comunale di Sogliano Cavour (Lecce), in ragione delle riscontrate ingerenze da parte della criminalità organizzata.

*****

NOMINE

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro della giustizia Alfonso Bonafede, ha deliberato:

  • la nomina a Capo Dipartimento per gli affari di giustizia del dott. Giuseppe CORASANITI, magistrato ordinario attualmente Sostituto Procuratore generale presso la Corte di Cassazione;
  • la nomina a Capo del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria del dott. Francesco BASENTINI, magistrato ordinario attualmente Procuratore aggiunto presso la Procura della Repubblica di Potenza.

*****

LEGGI REGIONALI

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro per gli affari regionali e le autonomie Erika Stefani, ha esaminato otto leggi delle Regioni e delle Province Autonome e ha quindi deliberato

- di impugnare:

  1. la legge della legge della Regione Valle Aosta n. 5 del 29/03/2018, recante “Disposizioni in materia di urbanistica e pianificazione territoriale. Modificazioni di leggi regionali”, in quanto alcune norme in materia di urbanistica e di pianificazione territoriale eccedono dalle competenze riconosciute alla Regione Valle d’Aosta dallo Statuto di autonomia, invadendo la competenza riservata allo Stato dall’articolo 117, secondo comma, lettera s), della Costituzione, in materia di tutela dell’ambiente e del paesaggio;
  2. la legge della Regione Puglia n. 18 del 30/04/2018, recante “Modifiche alla legge regionale 12 dicembre 2017, n. 53 (Riorganizzazione delle strutture socio-sanitarie pugliesi per l’assistenza residenziale alle persone non autosufficienti. Istituzione RSA ad alta, media intensità assistenziale)”, in quanto alcune norme, riguardanti le prestazioni erogate dalle Residenze sanitarie assistenziali, violano il principio del contenimento della spesa pubblica sanitaria, quale principio generale di coordinamento della finanza pubblica di cui all’art. 117, terzo comma, della Costituzione, nonché il principio di leale collaborazione di cui agli artt. 117 e 118 della Costituzione. Un’altra norma, configurando un nuovo sistema di assistenza sanitaria, non previsto dalla normativa statale, viola i principi fondamentali in materia di tutela della salute di cui all’art. 117, terzo comma, Costituzione, nonché il principio di buon andamento dell’amministrazione di cui all’art. 97 della Costituzione;

- e di non impugnare:

  1. la legge della Regione Calabria n. 9 del 26/04/2018, recante “Interventi regionali per la prevenzione e il contrasto del fenomeno della ’ndrangheta e per la promozione della legalità, dell’economia responsabile e della trasparenza”;
  2. la legge della Regione Valle Aosta n. 7 del 29/03/2018, recante “Nuova disciplina dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente ARPA della Valle d’Aosta. Abrogazione della legge regionale 4 settembre 1995, n. 41 (Istituzione dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente (ARPA) e creazione, nell’ambito dell’Unità sanitaria locale della Valle d’Aosta, del Dipartimento di prevenzione e dell’Unità operativa di microbiologia), e di altre disposizioni in materia”;
  3. la legge della Regione Marche n. 8 del 03/05/2018, recante “Recepimento dello schema di regolamento edilizio tipo (RET) in attuazione dell’intesa di cui all’articolo 4, comma 1 sexies, del d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380 “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia”. Modifiche alle leggi regionali 20 aprile 2015, n. 17 “Riordino e semplificazione della normativa regionale in materia di edilizia”, 8 ottobre 2009, n. 22 e 23 novembre 2011, n. 22”;
  4. la legge della Regione Marche n. 9 del 08/05/2018, recante “Modifica dell’articolo 7 della legge regionale 2 settembre 1997, n. 60 “Istituzione dell’Agenzia regionale per la protezione ambientale delle Marche (ARPAM)””;
  5. la legge della Regione Marche n. 10 del 08/05/2018, recante “Disposizioni finanziarie relative al riordino delle funzioni in materia di mercato del lavoro”;
  6. la legge della Regione Sardegna n. 14 del 04/05/2018, recante “Inno ufficiale della Regione e integrazioni alla legge regionale 15 aprile 1999, n. 10 (Bandiera della Regione)”.

*****

Il Consiglio dei ministri ha esaminato, in via preliminare, e ha condiviso ampiamente nel merito politico, il testo di due decreti legge di imminente approvazione: il cosiddetto “decreto dignità” e quello relativo alla cessione di unità navali italiane alla Guardia Costiera libica, al fine di incrementarne la capacità operativa nelle attività di controllo e di sicurezza.

*****

Il Consiglio dei ministri è terminato alle ore 20.07.

Provvedimenti
  • DISEGNO DI LEGGE: Rendiconto generale dell'Amministrazione dello Stato per l'esercizio finanziario 2017.
  • DISEGNO DI LEGGE: Disposizioni per l'assestamento del bilancio dello Stato e dei bilanci delle Amministrazioni autonome per l'anno finanziario 2018.
  • DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA: Scioglimento del Consiglio comunale di Sogliano Cavour (LE), a norma dell?articolo 143 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267.
  • DECRETO-LEGGE: Proroga del termine di entrata in vigore degli obblighi di fatturazione elettronica per le cessioni di carburante.
  • DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI: Dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza degli eventi meteorologici che si sono verificati il giorno 7 giugno 2018 nel territorio dei Comuni di Bussoleno, di Chianocco e di Mompantero, in provincia di Torino.
  • DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI di non esercizio dei poteri speciali e di consenso al decorso dei termini temporali in relazione all'operazione di acquisizione dell'intero capitale sociale della società ENTER s.r.l., da parte della società IRIDEOS s.p.a. - Settore energia, trasporti e comunicazioni.