Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 41

31 Gennaio 2019

Il Consiglio dei Ministri si è riunito oggi, giovedì 31 gennaio 2019, alle ore 18.08 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente Giuseppe Conte. Segretario il Sottosegretario alla Presidenza Giancarlo Giorgetti.

*****

RIFORMA DELLO SPORT

Disposizioni in materia di ordinamento sportivo, di professioni sportive nonché di misure di contrasto alla violenza in occasione delle manifestazioni sportive e di semplificazione (disegno di legge collegato alla legge di bilancio 2019)

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte e alla luce della relazione del Sottosegretario alla Presidenza con delega allo Sport Giancarlo Giorgetti, ha approvato un disegno di legge, collegato alla legge di bilancio 2019, che introduce disposizioni in materia di ordinamento sportivo, di professioni sportive nonché di misure di contrasto alla violenza in occasione delle manifestazioni sportive e di semplificazione.

Il provvedimento si inserisce in una riforma strutturale di ampio respiro per il rilancio del sistema sportivo e a vantaggio degli operatori e volontari del settore che quotidianamente muovono lo sport italiano.

Le nuove norme identificano il perimetro di attività istituzionale del Comitato olimpico nazionale italiano (CONI) e, coerentemente con quanto previsto dalla legge di bilancio 2019 e dalla Carta Olimpica, l’articolazione territoriale del CONI, nonché la sua funzione di governo e controllo dell’attività sportiva nazionale – limitatamente a quella olimpica, oltre a rendere effettiva la piena autonomia gestionale e contabile degli organismi sportivi rispetto al CONI.

L’obiettivo, anche attraverso la previsione di specifiche deleghe al Governo, è inoltre quello di:

  • riordinare la disciplina in materia di limiti al rinnovo dei mandati di vertice degli organismi sportivi;
  • adottare misure di riduzione e semplificazione degli adempimenti di natura contabile, amministrativa e burocratica degli organismi sportivi;
  • disciplinare la cessione, il trasferimento o l’attribuzione del titolo sportivo;
  • riformare e riordinare le disposizioni in materia di enti sportivi professionistici e dilettantistici, nonché del rapporto di lavoro sportivo;
  • riordinare le disposizioni in materia di rapporti di rappresentanza di atleti e di società sportive e di accesso ed esercizio della professione di agente sportivo;
  • emanare un testo unico delle disposizioni in materia di contrasto dei fenomeni di violenza connessi alle manifestazioni sportive e delle norme di sicurezza per la costruzione e l’esercizio degli impianti sportivi, semplificando e accelerando le procedure amministrative;
  • adottare misure in materia di discipline sportive invernali, al fine di garantire standard di sicurezza più elevati;
  • prevedere la possibilità per le scuole di ogni ordine e grado di costituire un Centro sportivo scolastico, secondo le modalità previste dal Codice del terzo settore.

Con specifico riferimento ai fenomeni di violenza connessi alle manifestazioni sportive, il disegno di legge prevede, in particolare, l’inasprimento della normativa in materia di contrasto alla violenza in occasione delle manifestazioni sportive, con puntuali modifiche e integrazioni in materia di fermo di indiziato di delitto e di arresto in flagranza differita.

*****

RATIFICA ED ESECUZIONE DI ACCORDI INTERNAZIONALI

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale Enzo Moavero Milanesi e dei Ministri competenti (di seguito specificati), ha approvato dieci disegni di legge di ratifica ed esecuzione di nove Accordi internazionali e uno Scambio di note relativi alla cooperazione internazionale in materia spaziale, di difesa, militare e tecnica.

1. Accordo fra il Governo della Repubblica italiana e il Governo della Repubblica del Kenya relativo al Centro Spaziale Luigi Broglio - Malindi, Kenya, con Allegato e Protocolli attuativi, fatto a Trento il 24 ottobre 2016

L’Accordo principale e i cinque Protocolli attuativi “tecnici” (Istituzione di un Centro regionale per l’osservazione della Terra, Supporto all’Agenzia nazionale spaziale keniana, Telemedicina, Accesso ai dati di osservazione della Terra e scientifici, Istruzione e formazione) mirano a definire un modello di intesa che prevede una collaborazione ad ampio spettro nel settore spaziale, impostata su basi di reciproco beneficio tra i due Paesi.

2. Accordo di cooperazione nel settore della difesa tra il Governo della Repubblica italiana e il Governo della Repubblica argentina, fatto a Roma il 12 settembre 2016 (Ministero della difesa)

3. Accordo tra il Governo della Repubblica italiana e il Governo della Repubblica del Ciad sulla cooperazione nel settore difesa, fatto a Roma il 26 luglio 2017 (Ministero della difesa)

4. Accordo di cooperazione militare e tecnica tra il Governo della Repubblica italiana e il Governo della Repubblica del Congo, fatto a Roma il 27 giugno 2017 (Ministero della difesa)

5. Accordo tra il Governo della Repubblica italiana ed il Governo della Repubblica di Corea sulla cooperazione nel settore della difesa, fatto a Roma il 17 ottobre 2018 (Ministero della difesa)

6. Scambio di note per il rinnovo a tempo indeterminato dell’accordo tra il Ministero della difesa italiano e il Ministero della difesa macedone sulla cooperazione nel campo della difesa del 9 maggio 1997 fatto a Skopje il 3 febbraio e il 23 agosto 2017 (Ministero della difesa)

7.Accordo tra il Ministero della difesa della Repubblica italiana e il Segretariato della difesa nazionale e il Segretariato della marina militare degli Stati Uniti Messicani in materia di cooperazione nel settore delle acquisizioni per la difesa, fatto a Città del Messico il 17 agosto 2018 (Ministero della difesa)

8. Accordo tra il Governo della Repubblica italiana e il Governo della Mongolia sulla cooperazione nel settore della difesa, fatto a Roma il 3 maggio 2016 (Ministero della difesa)

9. Accordo tra il Governo della Repubblica italiana e il Governo del Turkmenistan sulla cooperazione nel settore della difesa, fatto a Roma il 29 marzo 2017 (Ministero della difesa)

10. Accordo tra la Repubblica italiana e la Repubblica orientale dell’Uruguay sulla cooperazione nel settore della difesa, fatto a Roma il 10 novembre 2016 e a Montevideo il 14 dicembre 2016 (Ministero della difesa)

Gli Accordi e lo Scambio di note oggetto di ratifica hanno lo scopo di fissare la cornice giuridica entro cui sviluppare la cooperazione bilaterale tra le Forze armate italiane e quelle degli altri Paesi, nell’intento di consolidare le rispettive capacità difensive e di migliorare la comprensione reciproca sulle questioni della sicurezza. Peraltro, la sottoscrizione di tali atti, che mira anche ad indurre positivi effetti indiretti in alcuni settori produttivi e commerciali, va intesa come azione stabilizzatrice di diverse aree di particolare valore strategico e di buona valenza politica, considerati gli interessi nazionali e gli impegni internazionali assunti dall’Italia.

*****

RIORGANIZZAZIONE DEL MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI, FORESTALI E DEL TURISMO

Regolamento recante organizzazione del Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, a norma dell’articolo 1, comma 9, del decreto-legge 12 luglio 2018, n. 86, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 agosto 2018, n.97 (decreto del Presidente del Consiglio dei ministri)

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, ha approvato un regolamento, da adottare con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, che introduce nuove norme volte alla organizzazione del Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo.

Tale riorganizzazione si è resa necessaria in seguito al trasferimento delle competenze in materia di turismo dal Ministero per i beni e le attività culturali al Dipartimento del turismo del Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali, che ha nel frattempo assunto la nuova denominazione, e al conseguente passaggio delle relative risorse umane, finanziarie e strumentali.

In particolare, la nuova struttura dipartimentale si articolerà nella “Direzione generale delle politiche del turismo” e nella “Direzione generale per la valorizzazione dei territori e delle foreste”, già “Direzione generale delle foreste”.

Il Dipartimento avrà la funzione di coordinare le linee di azione del Ministero in materia di turismo, anche al fine di favorire una politica integrata di valorizzazione del made in Italy e di promozione coerente e sostenibile del Sistema Italia, in raccordo con i diversi Ministeri ed enti competenti; curare il monitoraggio dell’andamento dei mercati in raccordo con le relative Direzioni generali del Ministero dello sviluppo economico e gli enti competenti in materia; svolgere attività di promozione delle eccellenze simbolo della qualità della vita e delle attrattive del territorio Italia nell’ambito di competenza del Ministero.

Il testo tiene conto delle osservazioni formulate dal Consiglio di Stato con parere interlocutorio della Sezione consultiva per gli atti normativi.

*****

SCIOGLIMENTO DI CONSIGLI COMUNALI

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’interno Matteo Salvini, tenuto conto che non risulta ancora conclusa l’azione di recupero e di risanamento delle istituzioni locali dai condizionamenti esercitati dalla criminalità organizzata, a norma dell’articolo 143 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, ha deliberato la proroga, per sei mesi, dello scioglimento del Consiglio comunale di Valenzano (Bari).

*****

NOMINE

Il Consiglio dei Ministri ha deliberato:

  • su proposta del Ministro per la pubblica amministrazione Giulia Bongiorno, visti i pareri favorevoli espressi dalle competenti Commissioni parlamentari, la nomina del Prof. Gian Carlo BLANGIARDO a Presidente dell’Istituto nazionale di statistica (ISTAT);
  • su proposta del Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale Enzo Moavero Milanesi, il collocamento fuori ruolo presso il Ministero della giustizia del ministro plenipotenziario Roberto NATALI, quale Consigliere diplomatico del Ministro;
  • su proposta del Ministro dell’interno Matteo Salvini, il collocamento fuori ruolo presso l’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata del prefetto dott. Saverio ORDINE, il quale cessa dall’incarico di Direttore centrale per le risorse umane presso il Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile;
  • su proposta del Ministro del lavoro e delle politiche sociali Luigi Di Maio, visti i pareri favorevoli espressi dalle competenti Commissioni parlamentari, la nomina, per un triennio, del prof. Domenico PARISI a Presidente dell’Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro (ANPAL).

*****

LEGGI REGIONALI

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro per gli affari regionali e le autonomie Erika Stefani, ha esaminato undici leggi delle Regioni e delle Province Autonome e ha deliberato:

- di impugnare:

  1. la legge della Regione Lombardia n. 17 del 04/12/2018, recante “Legge di revisione normativa e di semplificazione 2018”, in quanto alcune disposizioni in materia di caccia invadono la competenza esclusiva dello Stato la tutela dell’ambiente e dell’ecosistema, in violazione dell’art. 117, secondo comma, lettera s), della Costituzione;

- di non impugnare:

  1. la legge della la legge della Regione Piemonte n. 18 del 30/11/2018, recante “Bilancio consolidato del gruppo ‘Regione Piemonte’ per l’anno 2017”;
  2. la legge della Regione Puglia n. 53 del 03/12/2018, recante “Modifiche alla legge regionale 12 dicembre 2017, n. 53 (Riorganizzazione delle strutture socio-sanitarie pugliesi per l’assistenza residenziale alle persone non autosufficienti. Istituzione RSA ad alta, media e bassa intensità assistenziale) e integrazioni alla legge regionale 2 maggio 2017, n. 9 (Nuova disciplina in materia di autorizzazione alla realizzazione e all’esercizio, all’accreditamento istituzionale e accordi contrattuali delle strutture sanitarie e socio-sanitarie pubbliche e private)”;
  3. la legge della Regione Puglia n. 54 del 03/12/2018, recante “Modifiche e integrazioni alla legge regionale 23 marzo 2015, n. 8 (Disciplina della coltivazione, ricerca, raccolta, conservazione e commercializzazione dei tartufi freschi o conservati nel territorio della Regione Puglia. Applicazione della legge 16 dicembre 1985, n. 752, come modificata dalla legge 17 maggio 1991, n. 162 e della legge 30 dicembre 2004, n. 311, articolo1, comma 109)”;
  4. la legge della Regione Sicilia n. 19 del 29/11/2018, recante “Disposizioni contabili ai sensi del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, Allegato 4/2, paragrafo 6.3”;
  5. la legge della Regione Sicilia n. 20 del 29/11/2018, recante “Approvazione del Rendiconto generale della Regione per l’esercizio finanziario 2017 e del Rendiconto consolidato di cui al comma 8 dell’articolo 11 del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118”;
  6. la legge della Regione Sicilia n. 21 del 29/11/201, recante  “Assestamento del bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2018 e per il triennio 2018-2020”;
  7. la legge della Regione Sicilia n. 22 del 29/11/2018, recante “Modifiche all’articolo 47 della legge regionale 17 marzo 2016, n. 3 in materia di parcheggi di interscambio”;
  8. la legge della Regione Sicilia n. 23 del 29/11/2018, recante “Norme in materia di Enti di area vasta”;
  9. a legge della Regione Toscana n. 68 del 05/12/2018, recante “Interventi normativi relativi alla seconda variazione al bilancio di previsione 2018-2020”;
  10. la legge della Regione Toscana n. 69 del 05/12/2018, recante “Bilancio di previsione finanziario 2018 - 2020. Seconda variazione”.

*****

Il Consiglio dei Ministri è terminato alle ore 19.04.

Provvedimenti