Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 19 - TASI 2014 - scadenze

06 Giugno 2014

Il Consiglio dei Ministri si è riunito oggi alle ore 11.50 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente del Consiglio, Matteo Renzi. Segretario il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Graziano Delrio.

 

*****

Disposizioni urgenti su versamento prima rata TASI 2014 – decreto legge

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente, Matteo Renzi, e dei ministri dell’Economia e delle Finanze, Pietro Carlo Padoan, e dell’Interno, Angelino Alfano, ha approvato un decreto legge recante disposizioni urgenti in materia di versamento della prima rata Tasi per l’anno 2014.

Il testo approvato stabilisce che a decorrere dall’anno 2015 i Comuni assicurino la massima semplificazione degli adempimenti per i contribuenti, rendendo disponibili i modelli di pagamento preventivamente compilati.

Contemporaneamente la disposizione stabilisce un regime derogatorio per l’anno 2014 così articolato:

  • Per i Comuni che hanno già assunto la deliberazione TASI entro il 23 maggio 2014, viene confermato l’obbligo di pagamento entro il 16 giugno 2014 sulla base delle aliquote e detrazioni approvate dal Comune stesso;
  • Per i Comuni che non hanno assunto le deliberazioni TASI entro il 23 maggio, il versamento della prima rata TASI viene posticipata al 16 ottobre 2014. A tal fine, i Comuni devono deliberare entro il 10 settembre le aliquote e le detrazioni.
  • Nel caso in cui per il 10 settembre il Comune non avesse ancora deliberato le aliquote e le detrazioni TASI, l’imposta sarà dovuta applicando l’aliquota di base pari all’1 per mille e sarà versata in un’unica soluzione il 16 dicembre 2014. Sempre nel caso della mancata determinazione, la Tasi dovuta dall’occupante sarà nella misura del 10 per cento dell’ammontare complessivo del tributo, determinato con riferimento alle condizioni del titolare del diritto reale.

*****

Attività di rilevanza strategica nei settori della difesa e sicurezza nazionale - DPCM

A seguito dell’acquisizione del parere favorevole del Consiglio di Stato, il Consiglio dei Ministri è stato informato circa i contenuti di un decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, su proposta dei Ministri dell’Interno, Angelino Alfano, e della Difesa, Roberta Pinotti, che individua le attività di rilevanza strategica e le attività strategiche chiave nei settori della difesa e della sicurezza nazionale di competenza del Ministero della Difesa.

Il provvedimento è stato predisposto a norma del decreto-legge n.21 del 2012 che ha riformato la materia dei poteri speciali riconosciuti al Governo per la cura di interessi fondamentali per la vita del Paese ed è proposto congiuntamente dai due Ministeri della Difesa e dell’Interno in quanto individua attività strategiche di competenza di entrambi i dicasteri. Come previsto dal decreto-legge citato, il decreto verrà trasmesso al Parlamento per la prevista comunicazione alle Commissioni competenti per materia.

*****

Nomina del nuovo commissario straordinario per l’ILVA

Il Presidente ha informato il Consiglio sull’intendimento del Governo di nominare il nuovo commissario straordinario per la società ILVA, in considerazione della scadenza dell’incarico conferito a Enrico Bondi lo scorso anno. Il nuovo commissario straordinario sarà Piero GNUDI.

*****

Assegnazione del vitalizio previsto dalla legge “Bacchelli”

In considerazione dei meriti conseguiti nel corso delle loro carriere artistiche, il Consiglio ha conferito a Daniele DEL GIUDICE, scrittore, Giuseppe FERRARA, regista cinematografico, e Pierluigi CAPPELLO, poeta, l’assegno straordinario vitalizio che la legge n. 440 del 1985 (cosiddetta “legge Bacchelli”) prevede per cittadini italiani di chiara fama che si siano distinti nelle scienze, nelle arti, nelle lettere, nell’economia e nel lavoro, in campi filantropici, sociali, umanitari e che versino oggi in stato di particolare necessità.

I criteri che presiedono alla scelta, stabiliti per decreto e periodicamente verificati, sono alla base dell’individuazione dei destinatari, tra quelli che ne facciano domanda, operata dalla Commissione consultiva istituita a questo scopo presso la Presidenza del Consiglio e composta da Emilia Chiancone, Tullio De Mauro e Gian Arturo Ferrari.
(In allegato le schede biografiche dei destinatari del vitalizio).

*****

Parco turistico ricreativo a Bacoli (NA): parere favorevole

Il Consiglio ha invece condiviso i pareri favorevoli espressi in Conferenza di servizi, con prescrizioni, in relazione al progetto di realizzazione di un parco turistico ricreativo finalizzato a riqualificare l’area di cava estrattiva sita nel comune di Bacoli (Napoli). Il progetto verrà realizzato nel rispetto di alcune importanti prescrizioni per la tutela del paesaggio.

*****

Nomina nuovo Presidente dell’ISMEA

Su proposta del Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Maurizio Martina, è stata avviata la procedura per la nomina di Ezio CASTIGLIONE a Presidente dell’ISMEA- Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare.

*****

Leggi regionali

Su proposta del Ministro per gli Affari regionali, Maria Carmela Lanzetta, il Consiglio dei Ministri ha esaminato otto leggi delle Regioni e delle Province autonome.

Per le seguenti leggi si è deliberata l’impugnativa:

  1. Legge Regione Lazio n. 5 del 4/04/2014, “Tutela, governo e gestione pubblica delle acque.”, in quanto numerose disposizioni, riguardanti l’organizzazione e la gestione del servizio idrico integrato, contrastano con le regole riservate alla legislazione statale in materia di tutela della concorrenza, dell’ambiente, e dell’ordinamento civile, in violazione dell’articolo 117, secondo comma, lettere e ), l), e s), della Costituzione.
  2. Legge Regione Abruzzo n. 15 del 27/03/2014, “Modifica ed integrazione alla L.R. 29.7.2011, n. 23 “Riordino delle funzioni in materia di aree produttive” e modifica alla L.R. 17.12.1997, n. 143 “Norme in materia di riordino territoriale dei Comuni: Mutamenti delle circoscrizioni, delle denominazioni e delle sedi comunali. Istituzione di nuovi Comuni, Unioni e Fusioni”, in quanto la legge, che è stata adottata in regime di prorogatio del Consiglio regionale, non riveste, nei suoi contenuti, carattere di indefferibilità ed urgenza, e viola pertanto le disposizioni statutarie in relazione all’art. 123 Cost. Inoltre alcune disposizioni riguardanti la determinazione delle tariffe del sistema idrico e il trasferimento delle infrastrutture idriche contrastano con le regole riservate alla legislazione statale in materia di tutela della concorrenza, dell’ambiente, e dell’ordinamento civile, in violazione dell’articolo 117, secondo comma, lettere e ), l), e s), della Costituzione.

Per le seguenti leggi regionali e delle Province autonome, inoltre si è deliberata la non impugnativa:

  1. Legge Regione Abruzzo n. 14 del 27/03/2014 “Modifiche alla L.R. 13.1.2014, n. 7 "Disposizioni finanziarie per la redazione del bilancio annuale 2014 e pluriennale 2014-2016 della Regione Abruzzo (Legge Finanziaria Regionale 2014)", modifiche alla L.R. 28.4.2000, n. 77 (Interventi di sostegno regionale alle imprese operanti nel settore del turismo), alla L.R. 5/1999, alla L.R. 3/2014, alla L.R. 8/2014 e Norme per la ricostituzione del capitale sociale della Saga S.p.a.
  2. Legge Regione Toscana n. 18 del 3/04/2014 “Modifiche alla legge regionale 20 febbraio 2008, n. 10 (Disciplina delle strade della ceramica, della terracotta e del gesso in Toscana. Modifiche alla legge regionale 28 marzo 2000, n. 45 “Norme in materia di promozione e attività nel settore dello spettacolo in Toscana”).
  3. Legge Regione Toscana n. 19 del 3/04/2014 “Disposizioni sui controlli in materia di commercio su aree pubbliche. Modifiche alla legge regionale 7 febbraio 2005, n. 28 (Codice del Commercio. Testo unico in materia di commercio in sede fissa, su aree pubbliche, somministrazione di alimenti e bevande, vendita di stampa quotidiana e periodica e distribuzione di carburanti)”.
  4. Legge Provincia di Bolzano n. 1 del 07/04/2014 “Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione per l’anno finanziario 2014 e per il triennio 2014-2016 (Legge finanziaria 2014)”.
  5. Legge Provincia di Bolzano n. 2del 7/04/2014 “Bilancio di previsione della Provincia autonoma di Bolzano per l’anno finanziario 2014 e bilancio triennale 2014-2016”.
  6. Legge Regione Friuli Venezia Giulia n. 6 del 9/04/2014 “Disposizioni urgenti in materia di cultura, lingue minoritarie, sport e solidarietà”.

*****

Il Consiglio dei Ministri è terminato alle ore 12.55

Provvedimenti