Al via la task force sull'Intelligenza Artificiale al servizio del cittadino

07 Settembre 2017

La task force sull'Intelligenza Artificiale (IA) promossa da AgID si è riunita per la prima volta nella Sala Monumentale di Palazzo Chigi per comprendere come la diffusione di nuovi strumenti e tecnologie di IA possa incidere nella costruzione di un nuovo rapporto tra Stato e cittadini.

Tra i temi oggetto del confronto nei prossimi mesi anche l’analisi delle opportunità di semplificazione per la pubblica amministrazione e l’approfondimento delle implicazioni etiche e sociali derivanti dall’utilizzo - o dal mancato utilizzo - dei nuovi strumenti di Intelligenza Artificiale.

A margine del percorso di selezione avviato dopo la call pubblicata in aprile, con l’obiettivo di creare il primo gruppo di lavoro italiano che potesse avviare la discussione e lo studio su questi temi, sono nati all'interno della task force:

  • il gruppo di coordinamento: trenta profili multidisciplinari provenienti dall’Accademia, da organizzazioni internazionali, dal mercato e dal mondo delle start-up che guideranno i lavori.
  • una community dedicata alla raccolta di idee, contributi e al confronto sulle tematiche al centro del dibattito del gruppo di coordinamento.

Entro dicembre verrà presentato un primo rapporto sintetico - un libro bianco - con suggerimenti e raccomandazioni che la pubblica amministrazione italiana potrà adottare per allinearsi alle migliori prassi internazionali. La task force, inoltre, valuterà possibili progetti pilota per sperimentare applicazioni e servizi che utilizzano strumenti di Intelligenza Artificiale con i soggetti che si candideranno.

In concomitanza con l’avvio dei lavori è stato pubblicato il sito ia.italia.it  un vero e proprio strumento di lavoro che oltre ad ospitare la community, raccoglie sia materiali di lavoro prodotti dalla task force, sia documenti pubblicati da soggetti internazionali rilevanti sul tema.

Fonte: Agenzia per l'Italia Digitale