Terremoto Centro Italia, le proroghe del DL 244/2016

L'art. 14 del decreto legge 30 dicembre 2016 n. 244, approvato dal Consiglio dei Ministri del 29 dicembre 2016, prevede la proroga di termini relativi a interventi in favore delle popolazioni colpite dal sisma del 2016

  • è prorogato al 31 dicembre 2017 il termine di sospensione dei pagamenti delle rate dei mutui e di altri finanziamenti nei Comuni colpiti dal sisma del 2016, di cui al comma 1, lettera g, del decreto legge 17 ottobre 2016, n. 189, limitatamente alle attività economiche e produttive nonché per i soggetti privati per i mutui relativi alla prima casa di abitazione, inagibile o distrutta;
  • è prorogata di ulteriori 6 mesi, limitatamente ai soggetti danneggiati che dichiarino l’inagibilità del fabbricato, casa di abitazione, studio professionale o azienda, la sospensione temporanea dei termini di pagamento delle fatture (gas, elettricità, acqua, assicurazioni, telefonia, RAI);
  • viene ampliata, nell’ambito del pareggio di bilancio, la possibilità di spesa per gli enti terremotati per l’anno 2017 per interventi finalizzati a fronteggiare gli eccezionali eventi sismici e la ricostruzione, finanziati con avanzo di amministrazione o da operazioni di indebitamento, per i quali gli enti dispongono di progetti esecutivi redatti e validati in conformità alla vigente normativa, completi del cronoprogramma della spesa;
  • in relazione alle esigenze connesse alla ricostruzione a seguito degli eventi sismici verificatisi a far data dal 24 agosto 2016, per l’anno 2017 è assegnato in favore dei Comuni interessati dagli eventi sismici un contributo straordinario a copertura delle maggiori spese e delle minori entrate per complessivi 32 milioni di euro;
  • anche per il 2017 non sono computabili ai fini della definizione del reddito di lavoro dipendente i sussidi occasionali, le erogazioni liberali o i benefici di qualsiasi genere, concessi da parte sia dei datori di lavoro privati a favore dei lavoratori residenti nelle aree terremotate che da parte dei datori di lavoro privati operanti nei predetti territori, a favore dei propri lavoratori, anche non residenti nei predetti Comuni;
  • prorogato al 31 dicembre 2017 il termine di sospensione del pagamento dell'imposta di bollo per le istanze presentate alla pubblica amministrazione da parte delle persone fisiche residenti o domiciliate e delle persone giuridiche che hanno sede legale o operativa nelle aree terremotate;
  • per le banche insediate nei Comuni colpiti dal sisma del 2016, o per le dipendenze di banche presenti nei predetti Comuni, sono prorogati fino alla data del 31 dicembre 2017 i termini riferiti ai rapporti interbancari scadenti nel periodo compreso fra il 24 agosto 2016 o il 26 ottobre 2016 e la data di entrata in vigore del decreto -legge 17 ottobre 2016, n. 189 ola data di entrata in vigore del decreto-legge 11 novembre 2016, n. 205, ancorché relativi ad atti o operazioni da compiersi su altra piazza.

 

Per saperne di più

Pubblicato il: 04 Gennaio 2017