Terremoto Centro Italia, il Sisma bonus e gli stanziamenti della Legge di bilancio 2017

Il comma 362 dell'art. 1 della Legge di bilancio 2017 (Legge 232/2016) autorizza i seguenti stanziamenti per gli interventi per la riparazione, la ricostruzione, l'assistenza alla popolazione e la ripresa economica nei territori interessati dagli eventi sismici del 24 agosto 2016:

  • 6,1 miliardi di euro (100 milioni di euro per l'anno 2017 e 200 milioni di euro annui dall'anno 2018 all'anno 2047) per la concessione del credito d'imposta maturato in relazione all'accesso ai finanziamenti agevolati, di durata venticinquennale, per la ricostruzione privata (di cui all'art. 5 del D.L. 189/2016);
  • 1 miliardo di euro (200 milioni di euro per l'anno 2017, 300 milioni di euro per l'anno 2018, 350 milioni di euro per l'anno 2019 e 150 milioni di euro per l'anno 2020) per la concessione dei contributi per la ricostruzione pubblica (di cui all'art. 14 del D.L. 189/2016).

Il comma 363 del medesimo articolo consente alle regioni colpite dal sisma di destinare, in coerenza con la programmazione del Commissario per la ricostruzione, nell'ambito dei pertinenti programmi operativi cofinanziati dai fondi strutturali 2014-2020, ulteriori risorse, incluso il cofinanziamento nazionale, per un importo pari a 300 milioni di euro.

Sul lato della prevenzione è stato stabilizzato fino al 2021 il cosiddetto sisma bonus(comma 2-septies) con importanti novità sia per quanto riguarda la % di detrazione che la sua applicazione con l'allargamento alle abitazioni dei Comuni nelle zone rischio sismico 3.

Riconosciuto anche per gli anni 2017 e 2018, il credito di imposta al 65% per la riqualificazione delle strutture ricettive turistico alberghiere e per quelle agrituristiche (commai 4 e 5). L’agevolazione è prevista a condizione che gli interventi abbiano anche finalità di ristrutturazione edilizia, riqualificazione antisismica o energetica e acquisto mobili.  

Istituito inoltre il Fondo per il finanziamento di investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del Paese da utilizzare anche per gli interventi in materia di prevenzione del rischio sismico (commi 140-142).

Pubblicato il: 04 Gennaio 2017