Il logo della presidenza italiana del G7 e la città del Vertice

Prendendo spunto dal Teatro antico di Taormina, il logo della Presidenza italiana del G7, presentato da Matteo Renzi il 22 ottobre dello scorso anno, richiama il luogo dove il 26 e 27 maggio prossimi si svolgerà il Vertice. 

Il logo della Presidenza italiana del G7 rappresenta graficamente i valori che sono alla base del Summit di Taormina: umanesimo, cultura e dialogo. Ideali e principi che il nostro Paese intende porre alla base dell’azione del G7, attraverso proposte che siano in grado di cogliere l’essenza della terra che li ospita. 

La sequenza di semicerchi concentrici sintetizza la struttura del Teatro greco, di cui vengono esaltate forme e colori: le cromaticità usate sono il blu per rappresentare l’istituzionalità e il verde per rievocare le tinte del Mediterraneo, storicamente culla dei valori europei dell’umanità, e luogo di incontro e scambio fra popoli. Le linee diventano sinuose, anche grazie alla trasparenza, creando l’unione tra un teatro, per definizione spazio di dialogo e confronto, ed un abbraccio, scelto per ricordare la concordia e la speranza, due tra i presupposti fondanti del Vertice. 

Una terra, quella siciliana, simbolo del fenomeno migratorio, dell’accoglienza in chiave umanitaria e di una nuova vita per quanti fuggono da guerra e povertà. Una finestra sul Mar Mediterraneo emblema della coesistenza tra culture diverse, amicizia tra i popoli e innata ospitalità. 

Il “concept” alla base del logo riprende dunque anche l'unione fra passato e futuro in un confronto da cui devono scaturire i nuovi orizzonti dell'umanità di fronte alle minacce dell'estremismo e della radicalizzazione violenta, contribuendo alla crescita, allo sviluppo sostenibile e alla prosperità socio-economica.

 

Fonte:  www.g7italy.it

Pubblicato il: 22 Maggio 2017