Emblema della Repubblica
Governo Italiano - torna alla pagina principale
Presidenza del Consiglio dei Ministri

Servizi e ricerca nel sito

Sintesi dell’ intervento del Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, alla firma del Trattato di amicizia, partenariato e cooperazione tra Italia e Libia

30 Agosto 2008

Un ringraziamento affettuoso e cordiale al vostro Leader che ha voluto fortissimamente arrivare a firmare questo accordo. Accordo che giunge dopo quei momenti tragici e drammatici dell’occupazione italiana del vostro Paese.

A nome del popolo italiano, come capo del governo, mi sento in dovere di porgere le scuse e manifestare il nostro dolore per quello che è accaduto tanti anni fa e che ha segnato molte delle vostre famiglie.

Il vostro Leader ha voluto mettere fine a questo periodo, a questi lunghi anni in cui i nostri due Paesi hanno sì collaborato, ma sono stati divisi nel ricordo di quello che è successo in quegli anni. Il vostro Leader ha voluto che guardassimo avanti e costruissimo per tutti, ma soprattutto per i nostri giovani, un'amicizia che potesse rendere i nostri popoli più felici.

Perciò abbiamo avuto la felicità di poter preparare e firmare qui, davanti a voi, questo Atto, che denuncia la nostra volontà di lasciare alle spalle tutto il passato e il suo dolore, e di guardare al futuro con una collaborazione concreta in tutti i campi, anche in campo internazionale, dove saremo fianco a fianco per diffondere la pace nel mondo.

Colgo questa occasione per dare un pubblico riconoscimento al vostro Leader per l’opera che ha saputo svolgere in questi anni portando il vostro popolo alla piena dignità e facendo del vostro Paese un protagonista della politica internazionale e, con la sua moderazione, incitare alla moderazione tutti i popoli.

Ho approfittato di questa occasione per ripetere a lui la preghiera che continui ad essere promotore di una unione più forte tra tutti i Paesi dell’Africa. Oggi tutti i popoli dell’Africa guardano alla Libia, guardano al vostro Leader, e sanno bene che soltanto uniti potranno migliorare nel benessere e contare nel mondo alla pari con l’Europa e con gli altri continenti.

Lascio a voi in questa giornata il mio cuore, felice, veramente felice di essere riuscito a mettere da parte tutto ciò che non era amore e guardare verso il futuro con quei sentimenti che soli portano la felicità e il benessere all’uomo, che sono l’amicizia, la fratellanza e l’amore.