Emblema della Repubblica
Governo Italiano - torna alla pagina principale
Presidenza del Consiglio dei Ministri

Servizi e ricerca nel sito

Biologico in Italia, dal SINAB i primi dati

19 Luglio 2012

Resi noti i primi dati relativi all’analisi del settore del biologico italiano per l’anno 2011, forniti al Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali dagli Organismi di Certificazione, ed elaborati dal SINAB, il Sistema d’Informazione Nazionale sull’Agricoltura Biologica.

Gli operatori del settore sono 48.269 di cui 37.905 produttori esclusivi, 6.165 preparatori (comprese le aziende che effettuano attività di vendita al dettaglio), 3.906 che effettuano sia attività di produzione che di trasformazione, 63 importatori esclusivi, 230 importatori che effettuano anche attività di produzione o trasformazione.

Rispetto ai dati riferiti al 2010 si rileva un aumento complessivo del numero di operatori dell’1,3%.

Tra le regioni con maggiore presenza di aziende aziende agricole biologiche la Sicilia, seguita dalla Calabria; mentre per il numero di aziende di trasformazione impegnate nel settore la leadership spetta all’Emilia Romagna seguita da Lombardia e Veneto.

La superficie interessata, in conversione o interamente convertita ad agricoltura biologica, risulta pari a 1.096.889 ettari, con un decremento rispetto all’anno precedente circa dell’1,5%. I principali orientamenti produttivi sono i cereali, il foraggio e i pascoli. Segue, in ordine di importanza, la superficie investita ad olivicoltura. Per le produzioni animali, distinte sulla base delle principali specie allevate, i dati evidenziano rispetto allo scorso anno un consistente aumento del numero di capi per suini, ovini, caprini e avicoli.

Fonte: Sinab

Allegati

Per saperne di più

Informazioni generali sul sito

Informazioni generali sul sito

Torna ai servizi e al motore di ricerca

Torna al contenuto

Torna all'indice del sito